17° Enosimposio Assoenologi di Sicilia

0
8
Featured image

Torna il tradizionale appuntamento degli enologi ed enotecnici siciliani. La 17° edizione dell’Enosimposio Assoenologi Sicilia si svolgerà dal 17 al 19 giugno al Domina Home Zagarella “La Dolce Vita” a Santa Flavia, in provincia di Palermo. Una location in grado di agevolare l’incontro fra i Colleghi provenienti da ogni parte della nostra regione con uno scenario accattivante e prestigioso.

“Quest’anno proponiamo un programma di interventi che si concentra su relazioni tecniche e di approfondimento, in particolar modo, dell’aspetto commerciale. Ritengo siano gli elementi che un professionista debba avere sempre aggiornati” – ha detto l’enologo Carlo Ferracane, presidente dell’Assoenologi Sicilia. In occasione di questa edizione il Prof. Nicola Trapani presenterà il libro “Il Marsala, il vino e la città dell’unità d’Italia. Storia Tradizione e Tecnica”.

Sabato mattina, all’apertura dei lavori, prenderanno parte Salvatore Barbagallo, Dir. Generale Ass. Reg. per le Risorse Agricole e Alimentari – Dip. Interventi Infrastrutturali Regione Sicilia; Domenico Pocorobba, Dir. Scolastico dell’ISISS “Abele Damiani” – Marsala (TP); Prof. Giancarlo Moschetti, Presidente del corso universitario in viticoltura ed enologia Marsala.

A moderare i lavori sarà l’enologo Luigi Guzzo. Prima relazione in programma quella di Vito Falco, dirigente dell’unità operativa n. 35 Marsala, sulle “caratteristiche dei cloni omologati nell’ambito del progetto U.V.A.S.”, uno dei principali obiettivi del progetto di “valorizzazione dei vitigni autoctoni siciliani”, avviato dal 2003 dall’Assessorato delle Risorse Agricole e Alimentari. Si parlerà di nove dei ventisette presunti cloni in osservazione presso il campo di omologazione e confronto realizzato in agro di Marsala, che hanno ottenuto l’approvazione, da parte del comitato nazionale delle varietà di viti, all’iscrizione nelle liste delle varietà autorizzate. I cloni approvati riguardano le varietà Catarratto, Carricante, Grillo, Grecanico, Nero d’Avola, Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Moscato Bianco e Alicante.

Margherita Squadrito, ricercatore del centro per l’innovazione nella filiera vitivinicola E. Del Giudice di Marsala, presenterà una relazione sull’ influenza dell’esposizione diretta di uve Nero D’Avola ai raggi del sole sulla sintesi dei polifenoli nell’ambiente della Sicilia Occidentale. Un aspetto attuale considerata l’incidenza dei cambiamenti climatici, L’influenza dell’esposizione alla radiazione solare viene valutata con l’influenza della temperatura, dimostrando gli effetti che queste variabili hanno sulle caratteristiche dell’uva.

Daniele Oliva, ricercatore dell’ Istituto Regionale della Vite e del Vino, parlerà invece delle fermentazioni miste candida – saccharomycea per la produzione di vini rossi con maggiore contenuto di glicerolo. I temi di questo intervento fanno parte di uno studio sui lieviti presenti a inizio fermentazione in mosti, provenienti da aree diverse della Sicilia, realizzato dall’Istituto Regionale della Vite e del Vino.

A concludere i lavori sarà Graziana Grassini, consulente dell’Istituto Regionale della Vite e del Vino, che parlerà delle nuove tendenze e delle ricerche sul vino. Un intervento dedicato all’approfondimento degli elementi primari nella comprensione del mercato del vino e alla valutazione degli elementi che vanno costantemente monitorati e modificati perché sensori dell’evoluzione degli stili di vino consumati.

L’evento è stato organizzato con il supporto dell’Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste, dell’Istituto Regionale della Vite e del Vino, dell’Università di Palermo con il corso di Laurea di Enologia di Marsala e dell’Istituto tecnico Agrario “A. Damiani” di Marsala. La 17° edizione dell’Enosimposio è sponsorizzata da AeB Group, Biotec, Cls Informatica, OLiverOgar, Enodoro, Enoltek, Ever intec, Ferrari, Hts, IMex, Laffort, Puleo, Carlo D’Amico, Vallovin.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here