Fedagri: per il vino servono misure mirate

0
32
Featured image

Ridurre i costi della burocrazia, rafforzare l’aggregazione dell’offerta, migliorare la promozione verso i Paesi Terzi. Sono stati questi i temi principali discussi da Fedagri-Confcooperative nel corso del Comitato nazionale del settore vitivinicolo, concluso oggi a Palazzo della Cooperazione a Roma, sotto la guida del presidente del comparto Adriano Orsi.

Secondo Fedagri quest’anno i dati sulle giacenze di vino in cantina si prospettano migliori rispetto al 2010, con livelli di invenduto quasi pari allo zero, mentre i prezzi alla produzione risultano in leggero aumento sia per i bianchi che per i rossi. Nonostante questi timidi segnali di ripresa, la viticoltura in Italia continua a soffrire grandi difficoltà, aggravate dalla crisi economica i cui effetti si fanno ancora sentire soprattutto sul versante dei consumi interni, e che non possono essere risolte con il ricorso a pratiche come la vendemmia verde, dannosa perché incentiva la distruzione del prodotto invece che valorizzarlo e promuoverlo.

“In questa fase – afferma Orsi – non bastano più dispositivi velati di assistenzialismo, servono piuttosto strumenti integrati utili a sostenere il reddito dei viticoltori. In tal senso è quanto mai urgente ragionare sulla tutela del credito agricolo, prevedendo ad esempio forme di assistenza sui mutui e contributi per le aggregazioni e gli investimenti”.

“Occorre – continua Orsi – saper cogliere le opportunità che derivano da un export di vino nazionale che continua a crescere con decisione, specie negli Usa, in Canada, e nei Paesi del Bric. Opportunità da cogliere migliorando i programmi di promozione verso i Paesi Terzi, al fine di poter remunerare al meglio i produttori”.

Ribadita infine la necessita di prevedere, anche in vista della prossima riforma della Pac, un ruolo di primo piano delle Organizzazioni dei Produttori nella commercializzazione. Tale richiesta è contenuta in un pacchetto di proposte che Fedagri-Confcooperative, di raccordo con la cooperazione francese e spagnola, presenterà a Bruxelles nell’ambito del Gruppo Vino Ue.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here