Il Festival del Franciacorta incorona Valentina Merolli miglior sommelier della Toscana

0

“Il vino rappresenta il più potente strumento di aggregazione che la storia ci insegni“. Ha esordito così Romano Battaglia, padrone di casa de La Versiliana di Fiumetto che sabato 26 e domenica 27 giugno ha ospitato per la prima volta in Versilia il Festival del Franciacorta. “Il vino crea atmosfera – ha continuato Battaglia – e predispone le persone ad aprirsi a conviviali incontri, siano essi di lavoro o di evasione. Molti bevono senza capire cos’hanno nel bicchiere, tuttavia un vino di carattere riesce a trasmettere comunque emozioni positive a chi lo beve“. La stagione della Versiliana apre sabato 2 luglio, e l’appuntamento con le bollicine di Franciacorta può essere considerata come una preview della stagione 2010 del caffè letterario più frequentato della Versilia. “Non escludo – ha aggiunto Battaglia – che la Versiliana in futuro possa ospitare incontri dedicati al vino, esaltandone le proprietà anche terapeutiche che un uso moderato e consapevole può avere sul nostro organismo”.

I numeri della manifestazione danno ragione agli organizzatori che hanno scelto questa suggestiva location in piena stagione balneare. Oltre 1400 presenze in due giorni, grazie anche all’invitante happy hour del sabato e alla rilassante degustazione della domenica nella splendida cornice del Teatro all’aperto. Soddisfazione piena nel Consorzio del Franciacorta: “La Versiliana rappresenta per il Franciacorta un mercato importante, nel quale vogliamo consolidare l’immagine di grande prestigio che già oggi viene riconosciuta alla nostra denominazione – ha affermato il Presidente,Maurizio Zanella – è un onore per noi aprire il calendario2010 de La Versiliana, in una location di grande fascino che si abbina perfettamente al Festival del Franciacorta. Abbiamo pensato di dar vita ad un evento che coniughi il bello ed il buono, lo splendore dei luoghi e il piacere di degustare le nostre bollicine“.

Il Festival del Franciacorta ha inoltre ospitato, nel corso della manifestazione, anche la finale del concorso Miglior Sommelier della Toscana, che in questa edizione ha incoronato per la seconda volta una donna, Valentina Merolli di Firenze. Sommelier professionista da due anni e mezzo, lavora al Ristorante Onice di Villa La Vedetta a Firenze. “E’ una grande emozione – ha commentato a caldo la nuova campionessa – ci speravo tanto e ci ho investito tanto, lavorando e studiando contemporaneamente. Per me rappresenta un grande trampolino di lancio, dopo la vittoria al Master del Sangiovese questo premio rappresenta una grande occasione di crescita professionale”.

Valentina ha preceduto Iacopo Tonelli di Firenze e Daniele Arcangeli di Viareggio, al termine di una serie di prove teorico-pratiche sull’enologia e sulle tecniche di servizio del vino. La giuria che l’ha proclamata vincitrice, presieduta dal presidente della sezione Romagna Giancarlo Mondini, era composta dal vicepresidente della sezione Toscana Massimo Castellani, dal neopresidente della Strada del Vino Terre di Arezzo Cristiano Cini, dal campione italiano in carica Luca Martini, dal delegato della Versilia Andrea Balzani e dal consigliere nazionale Lorenzo Giuliani, oltre che dal responsabile della scuola concorsi toscana Leonardo Taddei.

“Esistono solo due scuole concorsi in Italia – ha spiegato il Presidente Ais Toscana, OsvaldoBaroncelli– una è la nostra, l’altra è in Emilia Romagna. Esistiamo da 4 anni e in ogni occasione i nostri allievi hanno saputo darci enormi soddisfazioni, tenendo alta la bandiera del Granducato, tanto che il Miglior Sommelier d’Italia in carica nasce proprio dalla nostrascuola. Di questo ringrazio Leonardo Taddei, responsabile della Scuola Concorsi della Toscana, che ha lavorato per raggiungere questi risultati con grandeprofessionalità ed impegno“. Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti anche l’assessore al bilancio del Comune di Pietrasanta Daniela Ferrieri e il consigliere del Consorzio Franciacorta Emanuele Rabotti, il quale ha consegnato alla vincitrice anche il Premio Franciacorta, ovvero la targa ricordo e una fornitura di bollicine Franciacorta.

Per informazioni: Associazione Toscana Sommeliers – A.I.S. – Via Puccini, 35 – 50041 Calenzano (FI) – Tel. 0558826803 Fax 055882079, ass.toscana@aistoscana.itwww.aistoscana.it

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link