Rocca delle Macie e il Prodotto Turistico

0

Rocca delle Macìe aderisce alle manifestazioni che si svolgono a partire da questi giorni in Toscana e investono il vino nel ruolo di “prodotto turistico” a sostegno e promozione del territorio italiano. L’enogastronomia è al secondo posto per lo sviluppo del turismo in Italia e uno dei principali motivi per cui gli stranieri scelgono di tornare nel Belpaese: monumenti, arte e natura, si uniscono in una sola esperienza per gli enoappassionati in cerca di un contatto diretto con il vino e i prodotti del territorio. È stato quantificato in circa 20 milioni il numero di persone che nel 2009 hanno usufruito di weekend e brevi vacanze per muoversi sul territorio. I dati Città del Vino/Censis rivelano che nel 2009, nello specifico, l’enoturismo ha mosso 6 milioni di enoappassionati per un volume di affari di 3 miliardi di euro, pari a +20% sul 2008.

Rocca delle Macie, azienda in Castellina in Chianti, svolge un doppio ruolo in questa operazione di comunicazione del prodotto Italia, sia sul territorio che all’estero. Infatti la distribuzione ormai pluridecennale dei suoi vini in molti paesi esteri, con Stati Uniti e Canada in primo piano, poi Germania, Gran Bretagna, Francia, Spagna e molti altri, contribuisce anche a pubblicizzare in modo capillare il territorio toscano e, in senso più esteso, italiano. In questo modo la curiosità sul paese d’origine di un prodotto diventa una forte motivazione alla scelta del viaggio. Rocca delle Macìe metterà a disposizione, oltre ai suoi vini, l’azienda, la cantina, il suo borgo a Fizzano per dare un contributo alla realizzazione di un disegno collettivo di accoglienza per appassionati del vino e visitatori curiosi da tutto il mondo.


Si comincia con l’appuntamento “Pentecoste a Castellina” che fino al 23 maggio trasforma i camminamenti medioevali di Castellina in Chianti in location di grande suggestione per cene a tema su ricette tradizionali e degustazioni di vini. Dal 29 maggio al 5 giugno si svolgerà la seconda edizione di “Classico è”, la manifestazione ideata e coordinata dal Consorzio del Chianti Classico che, tra le altre, offre l’occasione di visitare luoghi solitamente chiusi al pubblico. Dal 30 maggio partirà la 17° edizione di “Cantine Aperte”, evento organizzato dal Movimento Turismo del Vino durante il quale le cantine aprono le proprie porte al pubblico.


Sarà per una primavera iniziata in ritardo, sarà per la voglia che sempre più spesso spinge i consumatori curiosi a visitare i luoghi di provenienza dei loro prodotti preferiti, che quest’anno sono più forti le aspettative di successo di queste iniziative in tutti coloro che lavorano ad una produzione di vini di qualità e ad un’accoglienza turistica qualificata.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link