Il Veneto al 300 x 100: Vino e psiche, degustazioni e golosità

0

Bere un calice di vino: un atto semplice ed appagante. Ma quali meccanismi ci guidano alla scelta dell’etichetta migliore? Di questo si parlerà sabato 13 marzo al Castello di San Salvatore di Susegana (TV) nel convegno organizzato dall’Ais Veneto intitolato “Il vino, una scelta di carattere”. Il convegno si svolgerà all’interno de “Il Veneto al 300 x 100!”, ovvero 300 vini di 100 aziende per rappresentare l’eccellenza del vino veneto al pubblico di professionisti e appassionati, manifestazione organizzata da Ais ( Associazione Italiana Sommelier) del Veneto . L’evento si aprirà alle 10.00 con il convegno che affronterà un aspetto affascinante ancora poco esplorato: il legame fra vino e psicologia.

A parlare saranno due esperti del settore, psicoterapeuti che hanno applicato sul campo le proprie teorie aprendo una prestigiosa enoteca a Milano, “La Vineria – Vino e champagne”. Moderato dal giornalista Paolo Pirovano, l’incontro vedrà come relatori anche Dino Marchi, presidente Ais Veneto, e Terenzio Medri, presidente Ais nazionale, che parleranno di come sta cambiando il ruolo del sommelier, sempre più vicino ai consumatori per orientarli verso la scelta più appropriata. Al tavolo dei relatori anche e Luca Bandirali, Presidente Ais Lombardia, che parlerà di “Come evolve l’enoteca” e Benedetta De Prà, Maître del Ristorante Dolada e Miglior maître 2009.

Concluso il convegno, presso il castello di San Salvatore a Sugegana (Tv), borgo del XIII secolo, Ais Veneto proporrà ad un pubblico di appassionati e di addetti ai lavori le molte espressioni enologiche di una terra, il Veneto, che vanta ben 25 aree vinicole. I vini che verranno presentati sono il frutto delle selezioni effettuate dai sommelier veneti nel corso delle degustazioni ufficiali.

Al tavolo delle degustazioni, dalle 11.00 alle 20.00, i produttori illustreranno le loro migliori etichette, in collaborazione con i sommelier Ais. Immancabili le degustazioni di tipicità gastronomiche trevigiane e venete, a cominciare da una selezione di formaggi e salumi, di prodotti da forno e di pasticceria, per non parlare dei fasolari di Chioggia e del salmone selvaggio norvegese per chiudere con il caffè di Manuel Caffè.

Il pubblico potrà inoltre assistere alle emozionati selezioni finali che eleggeranno il “Miglior sommelier del Veneto”, premio giunto alla quarta edizione e che per il primo anno viene sostenuto da Uvive, Unione Consorzi Vini Veneti Doc. L’iniziativa mira a valorizzazione la professionalità dei giovani talenti del Veneto. Molto selettive le prove, soprattutto per la categoria “professionisti” che consistono nell’analisi sensoriale di tre vini, in una prova di decantazione, nella correzione di una carta dei vini, disseminata di parecchi errori, e nell’abbinamento cibo-vino.

Il biglietto d’ingresso di 20 euro e dà diritto alla degustazione libera e al calice da degustazione Luigi Bormioli. Per ulteriori informazioni sulla manifestazione contattare l’Ais Veneto, Dino Marchi 328/8479668. Per il programma della manifestazione consultare il sito www.aisveneto.it.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link