Winelove 2009

0

Arriva a Milano, nel prestigioso palazzo dei Giureconsulti, l’appuntamento con la settima edizione di “Winelove, quality and budget” evento nato come palcoscenico per vini emergenti di ottima qualità in vendita a un prezzo accessibile, rigorosamente compreso entro i 10 euro a bottiglia. Il progetto, creato e realizzato da Amat Comunicazione, gode del Patrocinio della Regione Lombardia. Nel corso dell’evento, oltre agli incontri con i produttori, vi è un affollato calendario di degustazioni ed appuntamenti volti, ciascun anno, ad approfondire un tema specifico che vede il vino protagonista. Il tema di questa settima edizione è il consumo responsabile di vino, affinché la legislazione vigente non mortifichi il gusto del rito del cibo e del vino, celebrato nei ristoranti, ma riveli al consumatore e ai ristoratori le nuove opportunità che questa legge suggerisce.

“Il nostro obiettivo –spiega l’ideatrice di Winelove- è raccogliere tutte le idee propositive che questa legge ha suscitato nei produttori, nei ristoratori e in altre realtà commerciali o istituzionali ad essi collegate e metterle a disposizione dei consumatori e dei somministratori. Le idee? Ricominciare ad apprezzare il vino come fosse un alimento e non come una bevanda dissetante, privilegiando il consumo di vino al calice, o eleggere a tavola un amico che non beve (ci sono produttori che li premiano con una bottiglia da portarsi a casa) o la sperimentazione di accostamenti tra cibo e bevande analcoliche come il the o i succhi di frutta, o ancora le “sale di decantazione” nei ristoranti, etc etc”.

Tutto questo si sperimenterà in un vero e proprio ristorante di 24 coperti allestito in una sala del Winelove, dove il pubblico, fatto accomodare da un maitre, viene inizialmente informato circa la legge vigente poi invitato a scegliere “al buio” cioè da un mazzo di carte, una bevanda tra vino e succhi di frutta (chi sceglie l’analcolico diventa virtualmente “l’amico che non guida” per gli altri commensali). Verrà quindi servito un menu completo, individuato in base alla bevanda prescelta. I succhi di frutta in questo contesto (mela verde e mirtillo) verranno considerati alla stessa stregua di un vino: serviti in calice ed abbinati al cibo secondo le loro caratteristiche organolettiche. Una casa vinicola, Allegrini, donerà all’”amico che non beve” una bottiglia baby di Amarone da portarsi a casa.


La settima edizione di Winelove sarà anche l’occasione del lancio del secondo volume delle Guide di Winelove, collana editoriale lanciata lo scorso anno col titolo Champagne, realizzata in collaborazione con Bevivino Editore. Questo nuovo volume sarà dedicato alla Barbera, un diario di viaggio che consiste del racconto di cinque escursioni intraprese in diversi momenti dell’anno, da Patrizia Coggiola, una speciale winelover, da anni sulle tracce della Barbera “perfetta” tra le colline del Monferrato.

Lunedì 23 novembre alle 17, sempre al Palazzo Giureconsulti, Winelove ha organizzato una tavola rotonda dedicata al tema del consumo responsabile di vino, rivolta a stampa, somministratori, produttori, distributori e associazioni del settore. Intervengono gli assessori Gianpaolo Landi di Chiavenna e Stefano Bolognini, Alfredo Zini di Epam, Produttori “creativi” ed associazioni di categoria. Modera Gabriella Baiguera.

www.winelove.it

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link