Wine not?, arriva l’evento enologico più importante del Friuli Venezia Giulia

0

Più di 300 vini pregiati di 85 eccellenti aziende del Friuli Venezia Giulia e oltre 10 ore di degustazioni e assaggi. Sono solo alcuni dei numeri di “Wine Not?”, l’evento enologico organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia, in programma venerdì 27 novembre con la Cena di Gala e sabato 28 novembre con “300 Ottimi buoni motivi per esserci”. Entrambi gli appuntamenti avranno luogo nella “Tenuta Villanova” a Villanova di Farra d’Isonzo (Go), splendida dimora che si estende su quasi 200 ettari a cavallo tra le DOC Collio e Isonzo ed è una delle più antiche cantine del Friuli Venezia Giulia, poiché conserva tutta la struttura d’epoca, compresa una preziosa cantina in cui vengono conservate le barriques e l’antichissima distilleria (tel. +39 0481 889311 – info@tenutavillanova.com).

“300 Ottimi motivi per esserci” è il titolo della giornata di degustazioni che vedrà protagoniste 85 prestigiose aziende vitivinicole del Friuli Venezia Giulia, selezionate in base ai migliori risultati sulle principali Guide dei Vini. L’iniziativa non si rivolge solo agli operatori del settore enologico, ma in generale a tutti gli amanti del vino ed è unica nel suo genere. «Siamo riusciti – spiega Renato Paglia, Presidente dell’A.I.S. FVG – con questo evento a riunire le più importanti realtà vinicole della regione, valorizzando così le loro produzioni di qualità».


Dalle 10.30 alle 20.00 di sabato 28 novembre, al costo di 25 €, sarà possibile degustare oltre 300 pregiati vini della regione. Ciascun partecipante sarà inoltre omaggiato di un calice da degustazione e avrà diritto a un assaggio presso I sapori de “Gli Artigiani del Gusto”, banco d’assaggio di prodotti tipici artigianali di altissima qualità. Proprio qui ci sarà la possibilità di gustare i sapori eccellenti tipici della nostra regione, dal prosciutto di San Daniele, ai formaggi di Sauris e ai dolci tipici.


La serata di venerdì 27 novembre, invece, sarà dedicata alla IX Edizione del Premio A.I.S. FVG in memoria di Franca Merlo, giovane sommelier friulana scomparsa prematuramente, e assegnato dall’associazione alla persona che durante l’anno in corso si è distinta particolarmente a favore dell’enogastronomia. Durante la Cena di Gala sarà consegnato il prestigioso riconoscimento, opera realizzata dal Maestro Giorgio Celiberti, a Luca Zaia, Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali. Zaia ha infatti realizzato una Zona DOC interregionale tra Friuli Venezia Giulia e Veneto per lo sviluppo e la promozione del Prosecco. Grazie a questa svolta anche nella nostra regione sarà ora possibile coltivare il vitigno e produrre questa tipologia di vino, richiestissimo in tutto il mondo. «Oltre ad un sensibile incremento della produzione –conferma Paglia – l’iniziativa promuoverà anche una nuova valorizzazione del territorio».


L’Associazione Italiana Sommelier nasce nel 1965 e conta 35 mila soci in Italia, di cui 1700 solo in Friuli Venezia Giulia. La finalità dell’Associazione è di qualificare la figura professionale del sommelier e di valorizzare la cultura del vino, insegnando a bere in maniera consapevole. In particolare l’A.I.S. organizza iniziative di didattica, attraverso corsi di formazione specifici. «Negli ultimi anni – sottolinea Renzo Zorzi, responsabile didattica A.I.S. FVG – moltissimi giovani si sono avvicinati al mondo del vino poiché rappresenta storia, cultura, tradizione ed è lontanissimo quindi dalla devastante cultura dello sballo».


Il costo della Cena di Gala è di 105 € a persona con prenotazione obbligatoria entro il 23 novembre 2009. Per informazioni: 0432 204688, oppure http://www.aisfvg.it/, info@aisfvg.it.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link