Go Wine: Piace il Dolcetto come vino della quotidianità

0

Il dolcetto alla ribalta nella edizione 2009 della Festa del Vino: come sempre molto pubblico ad Alba con calice e taschina a camminare il centro storico della città incontrando i produttori disposti in un’ideale via del vino a rappresentare le varie zone e colline di Langa e Roero con tutte le principali denominazioni. D’intesa con l’Assessore al Turismo della Città di Alba, Antonio Degiacomi, l’associazione Go Wine ha riservato uno spazio di rilievo al dolcetto, nell’intento di valorizzare questo vino presentando con alcune iniziative le varie denominazioni che nel sud Piemonte vanno dalle colline attorno a Mondovì fino ad Ovada.

Un’enoteca tematica ha coinvolto il pubblico in differenti assaggi, alcuni approfondimenti curati dal responsabile Ais di Alba Giancarlo Germano hanno consentito a molti enoappassionati di conoscere meglio il vitigno, i suoi caratteri e anche le diversità dei territori e delle varie denominazioni. E per comprendere meglio tendenze ed umori del consumatore verso questo vino, Go Wine ha promosso un sondaggio fra il pubblico della Festa del Vino.

“Ci è parso utile stabilire un momento di confronto con il pubblico e dare voce al consumatore finale – precisa Massimo Corrado, presidente di Go Wine -; i sondaggi possono avere anche un valore relativo ma non vanno mai trascurati quando si devono affrontare scelte più complesse o strategie promozionali. Il dolcetto è un rosso che da sempre appartiene alla storia ed alla cultura viticola della regione e si è consapevoli che le azioni promozionali di oggi non sono semplici da individuare: si confrontano con il nome (che pare condurre ad un vino dolce, non è così) ed anche con la forte concorrenza che in questo segmento si è aperta con molte regioni italiane”.

Come lo percepisce il pubblico? Come lo avverte? Dal sondaggio emergono alcune risposte interessanti che meritano qualche considerazione:

La maggior parte degli intervistati afferma di bere dolcetto a casa e al ristorante, una piccola percentuale lo consuma in enoteca o nei wine bar (solo il 9%). Chi compra dolcetto lo fa in prevalenza in cantina, (40%), e poi nella grande distribuzione (31%).

Il vino si compra abitualmente nella confezione in bottiglia di vetro, se è vero che l’82% degli intervistati ha così risposto, mentre soltanto il 10% ricorre alla vecchia damigiana e il 7% al bottiglione.


Per il pubblico della Festa del Vino la distribuzione è buona, così perlomeno ritiene il 75% degli intervistati.


Interessanti poi altre due domande, sul prezzo e sulla gradazione alcolica.


Il prezzo giusto per il maggior numero di intervistati è nella fascia fra 6 e 8 euro (59%), il 22% vorrebbe un prezzo inferiore, il 20% da 9 a 11 euro. E’ significativo che soltanto l’1% ritiene congruo un prezzo per il dolcetto oltre gli 11 euro.


Stesse risposte interessanti per quanto riguarda la gradazione: la gran parte del pubblico ritiene giusta come gradazione alcolica quella oscillante tra i 12° e 13°, il 68%, soltanto il 2% vuole un vino oltre i 14°.


“Il sondaggio – dichiara l’assessore Antonio Degiacomi – non aveva alcuna pretesa di scientificità statistica, tuttavia mi pare interessante: la percezione di chi conosce e consuma il dolcetto è abbastanza netta. Come farlo conoscere e come posizionarlo su nuovi mercati e tra nuovi consumatori rimane una questione piuttosto complessa, sulla quale sarebbe bene intensificare il confronto.”


“Il Consorzio di tutela – interviene il Presidente, enologo Claudio Rosso – ha elaborato lo scorso anno un progetto Dolcetto in collaborazione con Coldiretti ed IMA- Piemonte che ci ha consentito di raccogliere dati a livello nazionale ed internazionale. Il lavoro che si sta per fare ad Alba sarà molto utile per completare l’indagine conoscitiva e finalmente poter avviare quel progetto di rilancio che i viticoltori si aspettano.”


Il campione ha riguardato oltre 200 schede, con soggetti provenienti in prevalenza dal Piemonte e dalle regioni limitrofe: fra tutti coloro che hanno partecipato al test verranno sorteggiati 10 nominativi che riceveranno a casa una confezione di sei bottiglie di dolcetto: per costoro la Festa del Vino continua!

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link