Vino del Tribuno: Concorso enologico a Bagnacavallo

0

Ritorna anche in questo 2009 il Concorso “Vino del Tribuno”. L’appuntamento è fissato per il pomeriggio di venerdì 5 giugno, a partire dalle ore 15, nella splendida cornice offerta da Sala Oriani, all’interno del complesso monumentale dell’ex Convento San Francesco a Bagnacavallo. Qui si riunirà la Giuria che avrà il compito di assaggiare alla cieca (ossia senza vedere l’etichette delle bottiglie e senza sapere quali sono le aziende che partecipano al concorso) una cinquantina di vini che sono stati ammessi all’evento. La Giuria è composta da diverse Commissioni, ognuna delle quali è formata per sorteggio da persona incaricata dall’Ente organizzatore. Ogni Commissione è costituita da: un Tribuno particolarmente esperto di enologia, quattro Enologi ed Enotecnici, un Giornalista, un Sommelier.

Il Concorso, organizzato e promosso dal Tribunato di Romagna in collaborazione con il Consorzio Vini di Romagna, ha diversi obiettivi: evidenziare la migliore produzione enologica del territorio facendola conoscere ai consumatori e agli operatori, presentare al pubblico le tipologie dei vini più caratteristici, premiare lo sforzo e stimolare le aziende vinicole romagnole al continuo miglioramento qualitativo dei prodotti. Il Concorso si svolge sotto il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, dell’Associazione Enologi Enotecnici Italiani – Sezione Romagna, dell’Associazione Italiana Sommelier – Sezione Romagna, delle Camere di Commercio di Bologna, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini.

Sono ammessi al Concorso tutti i vini D.O.C.G., D.O.C. e I.G.T. prodotti dalle Aziende della Romagna in un quantitativo minimo di 2.000 bottiglie della capacità di 750 cl. I vini che partecipano sono stati suddivisi in 16 tipologie: I.G.T. bianchi e rossi (secchi e tranquilli); I.G.T. e D.O.C. bianchi frizzanti; D.O.C. bianchi spumanti; Trebbiano di Romagna D.O.C.; Sangiovese di Romagna D.O.C.; Sangiovese di Romagna Superiore D.O.C.; Sangiovese di Romagna Riserva D.O.C.; Albana di Romagna D.O.C.G. secco; Albana di Romagna D.O.C.G. amabile e dolce; Albana di Romagna Passito e Passito Riserva D.O.C.G.; Pagadebit di Romagna D.O.C.; Colli di Faenza D.O.C. (bianchi e rossi); Colli d’Imola D.O.C. (bianchi e rossi); Colli di Rimini D.O.C. (Bianchi e Rossi); Colli Romagna Centrale D.O.C. (bianchi e rossi); Cagnina di Romagna D.O.C.

Saranno premiati ex-aequo con “Diploma di Merito” tutti i vini che ottengono un punteggio non inferiore agli 80/100 (in base al metodo di valutazione dell’Unione Internazionale degli Enologi) e con “Diploma di Gran Merito” il vino che ha raggiunto il punteggio più alto nelle diverse categorie. Inoltre, riceveranno la prestigiosa targa in ceramica del Tribunato, il vino che ha ottenuto in assoluto il punteggio più alto e l’Azienda/Produttore che ha conseguito il punteggio più alto sommando i punteggi dei propri vini premiati (almeno 3). La premiazione ufficiale con conferimento dei riconoscimenti avverrà il 17 giugno, sempre alla Sala Oriani di Bagnacavallo, nel corso di un’apposita “Tornata” del Tribunato di Romagna.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link