Il Brunello della Fattoria dei Barbi alla conquista degli States e dell’Asia – Pacifico

0

Compie un anno la Wine Project Inc., una società USA a capitale italiano creata dallo storico produttore di Brunello di Montalcino Fattoria dei Barbi. Questa nuova ditta ha come scopo l’importazione e la distribuzione negli Stati Uniti delle proprie etichette e di una selezione delle principali e più prestigiose cantine italiane.

Wine Project Inc. ha sede a New York ed è presieduta da Stefano Cinelli Colombini, titolare della Fattoria dei Barbi, e alla chiusura del primo anno di attività ha già espanso la sua attività a tutto il territorio americano, da nord a sud, dalla East alla West Cost. Nel suo primo anno ha fatto realizzare alla Fattoria dei Barbi un incremento di fatturato negli USA pari al 24% sull’anno precedente, un ottimo risultato soprattutto se consideriamo che è stato ottenuto in un anno di crisi.


Anche in questo caso la modernità della Fattoria dei Barbi nell’affrontare le evoluzioni del mercato è alla base di un nuovo successo: Stefano Cinelli Colombini ha capito l’importanza di essere presente direttamente negli Stati Uniti e ha creato una società destinata all’importazione e distribuzione dei suoi vini e anche di quelli di altri produttori.


I Colombini hanno secoli di esperienza nel Brunello di Montalcino, e sono stati i primi ad esportarlo e farlo conoscere in tutto il mondo; proprio da questa esperienza nasce l’idea “Wine Project”, ovvero l’idea che oggi anche una ditta di media dimensioni come la Fattoria dei Barbi può svolgere la funzione di importatore diretto razionalizzando e accorciando la catena distributiva. Una filiera corta permette di contenere i prezzi rimanendo sempre competitivi, ed in tempi di crisi come questi è sicuramente una formula vincente. A questo la Fattoria dei Barbi aggiunge la garanzia di qualità data da 40 anni di presenza e di successi sul mercato americano. La scelta di condividere i servizi offerti dalla struttura con altri produttori è stata fatta per renderla ancora più forte, perché permette sia di suddividere i costi che di ampliare l’offerta.


A sottolineare l’interesse per mercato americano, proprio in questi giorni Fattoria dei Barbi partecipa all’edizione americana del Benvenuto Brunello, portando a San Francisco e New York alcune delle sue etichette più prestigiose: Brunello Docg 2004, Brunello Docg Riserva 2003, Brunello Docg Vigna del Fiore 2004 e Rosso di Montalcino 2007.


Parallelamente al rafforzamento della presenza negli Stati Uniti, la Fattoria dei Barbi ha consolidato la posizione in territori strategicamente fondamentali come il Giappone, dove è presente da oltre 20 anni con i suoi vini, in Canada, in Australia, in Brasile, in Corea, in Thailandia, nell’Est Europeo (Russia, Repubblica Ceca, Paesi Baltici, Polonia, Ungheria), puntando inoltre a varcare nuove frontiere: il bacino asiatico in primis, l’Area del Pacifico, Cina, Hong Kong, Taiwan, Singapore, … I prodotti della Fattoria dei Barbi che più hanno conquistato questo mercati sono il Brunello, eccellenza enologica tricolore italiana, ed il Brusco, personale creazione della famiglia Cinelli Colombini frutto di lunghi studi fatti negli anni ’60 e ’70 da Giovanni Colombini sulla fermentazione delle uve di Sangiovese.


La presenza di Fattoria dei Barbi su questi nuovi mercati è resa possibile dalla secolare storia dell’Azienda, che ha reso famoso uno dei vini italiani più pregiati; il Brunello di Montalcino. Dal 1870 Fattoria dei Barbi si dedica alla produzione dei migliori vini di Montalcino, e il nome stesso di Fattoria dei Barbi da sempre garantisce un prodotto di eccellenza tale da conquistare mercati così attenti al meglio del Made in Italy.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link