Prima vendemmia insieme delle Cantine di Terlano e Andriano

0

Le Cantine di Terlano e Andriano con l’odierno avvio della vendemmia, concretizzano nei fatti la ben ponderata fusione, in programma ormai da oltre un anno. Al via dunque la prima raccolta congiunta dalla quale si ricaveranno circa 1.800.000 kg di uve che verranno interamente trasportate e conservate a Terlano.

Solo nei prossimi giorni si capirà come sarà in concreto la prima vendemmia insieme. L’enologo Rudi Kofler afferma apertamente che il trasferimento parallelo delle uve delle due Cantine rappresenta una vera e propria sfida logistica: ” La vendemmia e il trasporto avverranno, naturalmente, considerando la maturazione ottimale di ogni singola varietà nelle rispettive zone e vigneti. La vendemmia ad Andriano inizierà circa una settimana dopo, proprio quando a Terlano verranno raccolte le uve situate a quote più alte. Abbiamo programmato vinificare  le uve separatamente, in maniera da continuare a mantenere i due marchi ben distinti, secondo qualità e zone. Per questo motivo sia la pianificazione, sia la logistica saranno per tutti noi una grande sfida”.


In base alle diverse proprietà delle uve, i vini di Andriano andranno a formare due linee di qualità: a partire dall’annata 2008 si avranno, dunque, una linea classica con 14 vini e una selezione con i monovitigno Gewürztraminer, Sauvignon, Lagrein e Merlot. Per quanto riguarda l’assortimento della Cantina di Terlano, invece, rimarrà tutto invariato rispetto all’ultimo decennio che si è rivelato estremamente positivo. Tutte le operazioni avverranno nel nuovo edificio della Cantina, ampliato di circa 2000 m² la cui conclusione è prevista per i prossimi mesi.


Secondo la valutazione generale dell’enologo è ancora da capire bene come sarà quest’annata. Le piogge cadute in abbondanza hanno determinato una forte crescita e, di conseguenza, grandi cure e un intenso lavoro di sfoltimento. Le giornate di sole splendente e la buona ventilazione nel periodo immediatamente precedente all’inizio della vendemmia hanno influenzato positivamente la maturazione delle uve. Si inizierà dunque con le varietà bianche, quali Sauvignon, Pinot Bianco e Pinot Grigio, per poi continuare con le altre.


Quando tra quattro o cinque settimane per finire anche il tardivo Cabernet, bramoso di sole, sarà raccolto, i vigneti verranno nuovamente invasi dalla quiete, mentre in cantina il lavoro seguirà il proprio corso.   

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link