Record di visitatori a Summa08

0

Ottimo il bilancio dell’undicesima edizione di Summa: 2.000 le persone che hanno potuto degustare e apprezzare, nell’atmosfera rarefatta ed esclusiva di Casòn Hirschprunn, oltre 200 vini di 35 selezionatissimi vignaioli provenienti da Italia, Austria, Germania, Portogallo, Spagna, Francia e Argentina. La manifestazione, ideata dall’eclettico produttore altoatesino Alois Lageder ed organizzata nella sua azienda a Magrè, anno dopo anno si conferma un appuntamento sempre più atteso tanto che le prenotazioni di quest’ultima edizione sono state chiuse già una settimana prima dell’evento. Domenica è stata la giornata con la maggior affluenza.

Nonostante le sempre più numerose presenze, la kermesse si è svolta nella massima efficienza e nel pieno rispetto della filosofia che la contraddistingue: i produttori hanno potuto infatti  presentare personalmente agli ospiti i loro vini, in un’atmosfera rilassante ed esclusiva parlando e degustando il vino in tranquillità. “L’affluenza volutamente non è mai tale da creare la confusione di una grande fiera – afferma Alois Lageder – e il sito storico aumenta il fascino di Summa che per noi è soprattutto un’occasione d’incontro”.

Il famoso produttore altoatesino e la sua azienda perfezionano l’evento di anno in anno, curando con sempre maggiore attenzione i dettagli organizzativi e consolidando la qualità della proposta enologica che comprende non solo eccellenze italiane tra cui spiccano nomi quali Anselmi, Cavalleri, Fonterutoli, Giacosa, Jermann, Fattoria Zerbina, solo per citarne alcune, ma anche straniere. Significativa la presenza di aziende vitivinicole dell’area austro-tedesca che si contraddistinguono per i vini bianchi prodotti da nobili vitigni e suscitano, sul palcoscenico internazionale, sempre maggior entusiasmo.

Il pubblico ha potuto immergersi in un ambiente unico e di altissima qualità dove sono stati presentati non solo grandi vini ma anche olio d’oliva d’autore ed eccellenti prodotti di qualità dell’Alto Adige quali i formaggi del noto affinatore Hansi Baumgartner e il Bauernspeck del Consorzio Speck Alto Adige. Inoltre lo chef stellato Norbert Niederkofler  del St. Hubertus, anche quest’anno, ha deliziato e viziato gli ospiti con le sue prelibatezze. La formula della kermesse continua a rivelarsi la miglior scelta possibile in un periodo in cui il vino si conferma grande protagonista di una società che sta riscoprendo il piacere di una vita “slow”.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link