Sicilia en Primeur 2008: si scopriranno domani le valutazioni sull’annata 2007 del vino siciliano.

0
26
Featured image

Come sarà l’annata 2007 per il vino siciliano? Scopriremo solo domani, dopo la degustazione degli en primeur da parte della delegazione di cento delle migliori firme dell’enogastronomia internazionale e nazionale le valutazioni sui vini della vendemmia 2007. Questo momento di grande intensità e attesa per i 29 produttori Assovini sarà guidato dall’enologo Riccardo Cotarella. Alla degustazione gli en primeur, nel pomeriggio farà seguito una degustazione professionale per i giornalisti della stampa nazionale ed estera, i quali potranno degustare i vini delle annate precedenti ed avere un panorama, il più possibile ampio, di quello che la Sicilia vinicola è in grado di offrire.

Intanto continuano anche oggi gli enotours tanto nella Sicilia Occidentale che in quella Orientale. Grande soddisfazione per la prima giornata di visite è stata espressa tanto dai produttori quanto dai giornalisti partecipanti.

Per Salvatore Li Petri, direttore delle Cantine Sottesoli, “Sicilia en Primeur” costituisce uno dei migliori strumenti per la promozione del vino siciliano di qualità perché consente agli operatori della stampa internazionale e nazionale di conoscere da vicino non solo le aziende e i loro prodotti ma il territorio”. Grande interesse per la manifestazione e per l’attività di Assovini Sicilia, ha espresso anche Gianni Tartaglia dell’azienda Miceli, secondo il quale l’attività di Assovini sta aiutando la crescita del settore vitivinicolo.

I risultati del rating saranno resi pubblici durante la giornata di domenica nove marzo.  Presso il Complesso Monumentale San Pietro di Marsala si svolgerà la conferenza e  rating della vendemmia 2007 dal titolo “Il vino siciliano: sintesi seduttiva tra antica tradizione e moderni scenari di consumo“. Due le sessioni di lavori moderate dal condirettore del Giornale di Sicilia Giovanni Pepi. Durante la prima, il prof. Attilio Scienza e l’enologo Riccardo Cotarella, presenteranno i risultati dell’ultima vendemmia. Nella seconda è previsto un intervento del professore Giampaolo Fabris dal titolo “Il vino siciliano: verso il post moderno con un cuore antico” sul cambiamento sociale con riferimento ai riflessi sui comportamenti dei consumatori e sui consumi di vino.

Il sabato e la domenica pomeriggio vi sarà, come per l’edizione passata, l’apertura al pubblico della manifestazione. Presso Palazzo Cavaretta di Trapani (Via Torrearsa) dalle ore 18 alle 23 è prevista, infatti, una degustazione pubblica dei vini in commercio delle 29 aziende Assovini che partecipano all’evento riservata ad un pubblico pagante di turisti ed appassionati. I biglietti del costo di 10 euro oltre che all’ingresso saranno in prevendita presso le filiali di Banca Nuova, main sponsor dell’evento.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e rimani aggiornato sulle novità del panorama vitivinicolo italiano. Prova, ti puoi cancellare quando vuoi!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here