Operatori tedeschi e austriaci in visita alla Valcalepio.

0

Una decina fra importatori, giornalisti e tour operator tedeschi e austriaci del settore vitivinicolo dal 25 al 27 febbraio hanno fatto visita a diverse realtà della bergamasca per conoscere i Vini Valcalepio e rendersi conto di persona della lavorazione e dei vigneti che li producono. Il tour è stato organizzato da Vignaioli Bergamaschi sca in collaborazione con Christian Bauer di CB-Com Milano e fa parte del “Progetto export” che mira alla valorizzazione del territorio e delle Aziende Vitivinicole socie della Cooperativa Agricola.

“Gli ospiti – ha spiegato il conte Bonaventura Grumelli Pedrocca, presidente del Consorzio Tutela Valcalepio – si sono recati in nove aziende e presso un caseificio e hanno avuto anche la possibilità di ammirare le bellezze artistiche e architettoniche che la Provincia di Bergamo offre”. “Oltre che far conoscere il Valcalepio nelle sue tipologie e ad aprire nuove vie commerciali per i nostri produttori – ha aggiunto Vanessa Verdoni, responsabile di Vignaioli Bergamaschi – vogliamo far sapere quanto la Terra di Bergamo, e la zona del Valcalepio in particolare, offre sia a livello turistico che enogastronomico”.

I visitatori hanno apprezzato moltissimo i Vini del Colleoni ed i piatti della cucina bergamasca assaggiati negli agriturismo e nei ristoranti dove hanno pranzato e cenato. “Gli operatori si sono dimostrati molto interessati alla nostra produzione – ha affermato Vanessa Verdoni – e le aperture commerciali che si sono aperte, sono convinta che daranno frutti positivi”. Questo tour, fa seguito a quello effettuato lo scorso anno da una delegazione dei Paesi Baltici. “Per quest’anno – ha anticipato Vanessa Verdoni – ne effettueremo altri che fanno parte del programma Export 2008, ma che non abbiamo ancora definito nei dettagli”.

Le aziende visitate nelle tre giornate sono: La Tordela di Torre de’ Roveri, la Cantina Sociale di San Paolo d’Argon, Il Calepino di Castelli Calepino, Lurani Cernuschi di Almeno San Salvatore, Podere della Cavaga di Foresto Sparso, Medolago Albani di Trescore Balneario, La Rocchetta di Villongo, la Caminella di Cenate Sotto e il Caseificio Arrigoni di Pagazzano, realtà quest’ultima dove, in particolare ai giornalisti, è stata spiegata la produzione del Taleggio Dop.

Le aziende importatrici che hanno partecipato al tour erano: la Toscana Weinhandlung Gmbh di Monaco, la Mondo Vini di Amburgo, la Napoleao Weinhandel di Lipsia, la Neumeier di Monaco e Stefan Metzner di Monaco. Erano inoltre presenti i giornalisti Helmut Knall del sito www.wine-time.com e Rozsika Farkas della rivista Divino.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link