Cantine Settesoli festeggia al Vinitaly il suo 50° anniversario.

0
9
Featured image

Cantine Settesoli festeggia quest’anno il cinquantesimo anniversario dalla sua fondazione e vi aspetta al Vinitaly, nel Padiglione Sicilia (n.169 corridoio G, n.182 corridoio H) per brindare a questo mezzo secolo di cultura siciliana! La grande azienda siciliana, che deve il suo nome a un feudo appartenuto alla famiglia dei Salina citato da Tomasi di Lampedusa ne Il Gattopardo, viene fondata nel 1958, stesso anno in cui viene pubblicato il celebre romanzo.

“Nel contratto matrimoniale assegnerò a mia figlia il feudo di Settesoli, di salme 644, cioè ettari 1680, come vogliono chiamarli oggi, […]; terre di prima qualità venti­late e fresche…”, così don Calogero Sedara, personaggio che nel romanzo rappresenta il borghese che sorge dalla rovina della nobiltà feudale, assegna alla figlia Angelica la dote per il suo matrimonio con Tancredi. Il romanzo ebbe in principio vita complicata: lunghe traversie editoriali lo portarono ad essere pubblicato postumo da Feltrinelli a un anno dalla scomparsa del suo autore. Eppure dopo tante difficoltà per ottenere la pubblicazione, il successo non tardò ad arrivare e a fare dell”opera un classico della letteratura italiana.

Anche per l’azienda vitivinicola che prese il nome di quel feudo gli inizi non furono facili. Fu fondata a Menfi, al confine fra le province di Agrigento e Trapani, per iniziativa di un gruppo di viticoltori in un momento di gravissima crisi della zona, come ricorda Diego Planeta, presidente di Settesoli dal 1973. Un momento in cui l’uva era solo una parte delle coltivazioni presenti, e veniva acquistata per lo più dagli industriali del Marsala. “Ricordo che le uve rimanevano sulla pianta, si buttavano” afferma Planeta. “Sull’onda di questa disperazione locale un gruppo di imprenditori crea la Settesoli, della quale dopo qualche anno mi sono ritrovato presidente”.

Oggi Cantine Settesoli è una realtà produttiva consolidata e di successo, divenuta punto di riferimento per l’intero distretto nel quale si sviluppa, anche dal punto di vista turistico-culturale. Inserita negli itinerari della Strada del Vino delle Terre Sicane, promotrice di Inycon, grande festa estiva del vino, e di molte altre iniziative, Settesoli rappresenta sempre più l’intero territorio. Con esso si è trasformata, sviluppata, evoluta mantenendo intatti però quei valori di collaborazione e armonia con il territorio e il tessuto sociale indispensabili quando si devono gestire i rapporti con 2300 soci e lavorare su 6500 ettari come fossero un’unica proprietà.

- Advertisement -servizi web per cantine

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here