Salgono i consumi di Prosecco DOC nel mondo, e a Rotterdam si festeggia con Bisol.

0

Se le proiezioni recentemente rese pubbliche dicono il vero, nel 2020 sarà il Prosecco lo spumante più bevuto al mondo. Ma intanto è già tutto da godere questo 2007 che vede immesse sul mercato 50 milioni di bottiglie Valdobbiadene Prosecco Doc, molte delle quali, secondo consuetudine, verranno stappate durante le festività ormai alle porte. “In effetti il consumo di Prosecco DOC, come anche degli altri spumanti, è ormai attestato lungo il corso di tutto l’anno – precisa Gianluca Bisol, Direttore Generale della storica azienda di S. Stefano di Valdobbiadene – Ma è normale che a Natale e a capodanno si abbia il picco della fruizione di questi prodotti“.

E a proposito di picchi, per il Prosecco sembra davvero essere un momento da record. Mentre giunge la notizia che per la prima volta un’etichetta di Prosecco DOC entra nella top 100 della prestigiosa rivista “Wine Spectator”, altri importanti riconoscimenti vanno ad arricchire la bacheca di questo ottimo prodotto veneto. A Londra un miliardario si è aggiudicato per 11.000 dollari un lotto che vedeva protagonista una Jéroboam di Crede Bisol . E un’edizione limitata di Crede Valdobbiadene Prosecco Doc brut 2006, una selezione di soli 4.500 esemplari, autentici pezzi da collezione per appassionati, accompagnerà i festeggiamenti della Coppa del Mondo 2007 in Alta Badia il 16 e il 17 dicembre 2007.

A dimostrazione che ormai il nostro è un prodotto che fa tendenza e che incontra i gusti anche di una fascia di consumatori molto alta – prosegue Bisol – Ma a noi piace sottolinearne sempre lo spirito positivo e socializzante che lo fa apprezzare particolarmente al grande pubblico. Come avverrà presso il Cruise Terminal Rotterdam, famoso e suggestivo locale della metropoli dove, nella notte si San Silvestro, circa 15.000 persone brinderanno all’arrivo del nuovo anno con 2.500 bottiglie del nostro Jeio Colmei. Un segnale importante se si pensa fino all’anno passato si brindava nella stessa piazza con Champagne. Una conferma dunque, di come il Prosecco Doc stia entrando sempre più nell’immaginario collettivo della festa in ogni Paese.”

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link