Tanti auguri Albana di Romagna! A Bertinoro un convegno per il ventennale del riconoscimento della

0

L’Albana di Romagna DOCG compie vent’anni. Era infatti il 1987 quando il vino romagnolo ottenne, primo bianco a livello nazionale, la prestigiosa “G”. Si trattava del giusto riconoscimento a quello che si potrebbe definire il più autoctono dei vitigni italiani, visto che si coltiva solo ed esclusivamente in un’area ristretta che va dalle colline bolognesi al confine con la Romagna (Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel San Pietro Terme, Dozza, Fontanelice, Imola, Ozzano Emilia) a quelle forlivesi/cesenati  (Castrocaro e Terra del Sole, Forlì, Forlimpopoli, Meldola, Bertinoro, Cesena, Montiano, Roncofreddo, Savignano sul Rubicone, Longiano), passando in quelle ravennati (comuni di Castelbolognese, Riolo Terme, Faenza, Casola Valsenio, Brisighella). Ma si trattava anche di un riconoscimento per aziende e produttori che avevano sempre lavorato con attenzione, passione e qualità. Tutte caratteristiche che si ritrovano ancora più forti e marcate in questo 2007. Diverse la variati riconosciute di questo vino: secco, amabile, dolce, passito e, con l’ultima modifica del disciplinare realizzata dal Consorzio Vini di Romagna nel 2004, anche  passito riserva, un altro passo nella scala della qualità.

Per celebrare questo importante anniversario, il Consorzio Vini di Romagna, l’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna, il Comune di Bertinoro e il Comune di Dozza organizzano per la mattinata di lunedì 19 novembre un importante convegno che indagherà sulla storia e lo sviluppo dell’Albana di Romagna DOCG. Appuntamento al Centro Residenziale Universitario di Bertinoro, sulle colline forlivesi, alle ore 9.30. Partecipano al convegno, aperto al pubblico, un folto gruppo di qualificati interlocutori in rappresentanza di diverse categorie di esperti ed amanti del vino chiamati a portare il loro contributo sull’Albana di Romagna. Dopo i saluti del Sindaco di Bertinoro, Nevio Zaccarelli, coordinati da Massimiliano Rella, giornalista free lance esperto di vino ed economia, interverranno: Tiberio Rabboni, Assessore all’agricoltura della Regione Emilia-Romagna, Paolo Reggi, Presidente del Consorzio Vini di Romagna, Gian Alfonso Roda, Presidente dell’Enoteca regionale Emilia Romagna, Ugo Foscolo Foschi, Presidente Romagna Terra del Sangiovese, Gianfranco Bolognesi, storico patron del ristorante La Frasca, Cristina Geminiani e Mauro Sirri, viticoltori, Giorgio Amadei, referente didattico e relatore Ais, Giordano Zinzani, Presidente Assoenologi sezione Romagna.

Titolati anche i giornalisti esperti che sono stati chiamati ad intervenire al convegno. Oltre a Massimiliano Rella (che fra le diverse collaborazioni può vantare anche quelle con Terre del Vino e il Sole24Ore): Sergio Miravalle (caposervizio de La Stampa e presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte), Christian Eder (redattore per l’Italia della rivista svizzero/tedesca Vinum), Marco Gatti (giornalista free lance e vicepresidente nazionale Club di Papillon).


Nel corso della giornata verranno conferiti anche gli attestati di merito ai produttori che in questi anni si sono impegnati nella produzione e nella valorizzazione dell’Albana di Romagna.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link