Riconosciuta la Strada del vino Montello e Colli Asolani.

0

“L’area del Montello e dei Colli Asolani è un territorio bellissimo, che potrà trovare ulteriori motivi di valorizzazione con l’attivazione della Strada del Vino”. Lo ha affermato il vicepresidente della Giunta regionale Luca Zaia, annunciando l’approvazione, su sua proposta, della nuova Strada del Vino Montello e Colli Asolani e del relativo disciplinare, che sarà strumento e occasione per attivare iniziative e programmi organici specifici. “La Strada infatti – ha spiegato Zaia – non è semplicemente un itinerario, ma una associazione di imprenditori, di enti pubblici e altre associazioni, finalizzata alla promozione del territorio attraversi le sue produzioni enogastronomiche, l’artigianato, la cultura, l’ospitalità”.

Il riconoscimento della Giunta, a sua volta, è condizione necessaria per poter usufruire di finanziamenti regionali per accompagnare l’attività dell’Associazione.Dal punto di vista della “percorribilità” – ha aggiunto Zaia – il tracciato della strada “Montello e Colli Asolani” si snoda all’interno dell’area di produzione dei vini dell’omonima Denominazione d’Origine Controllata, comprendendo i comuni di Castelcucco, Cornuda e Monfumo e parte del territorio dei comuni di: Asolo, Caerano S. Marco, Cavaso del Tomba, Crocetta del Montello, Fonte, Giavera del Montello, Maser, Montebelluna, Nervesa della Battaglia, Paderno del Grappa, Pederobba, Possagno del Grappa, S. Zenone degli Ezzelini e Volpago del Montello”. “Essa si adagia su di un ambito territoriale collocato in una delle province italiane dove è più bello vivere e passare un po’ di tempo per godere dell’eccezionale cultura enogastronomica, delle stupende prerogative ambientali e degli scorci ineguagliabili di arte e storia: una realtà della quale il vino è uno dei denominatori comuni.

E non a caso qui, nel trevigiano, sono nate due tra le più antiche e storiche strade del vino: quella del vino bianco, oggi Strada del Prosecco, che si snoda tra le colline della zona pedemontana; e quella del vino rosso, oggi strada dei Vini del Piave, che va zigzagando nella pianura a est di Treviso. Accanto a queste oggi si inserisce a pieno titolo anche la Strada dei Vini del Montello e dei Colli Asolani, che si estende nel Nord Ovest della provincia” “Quest’ultima è la strada del Vino forse meno famosa, ma non meno meritevole, che percorre i vigneti che abbelliscono il territorio tra Asolo e la sua Rocca fino alla straordinaria altura del Montello: un suggestivo e accattivante panorama paesaggistico ed enogastronomico capace di essere motore di specifiche attività economiche e dell’ospitalità”.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link