L’Azienda Agricola Le Pignole porta il Tocai Rosso ad Autochtona 2007.

0

L’Azienda Agricola Le Pignole di Brendola (Colli Berici, Vicenza) sarà presente ad Autochtona 2007, la manifestazione dedicata ai vini prodotti da varietà autoctone, organizzata dalla Fiera di Bolzano i prossimi 22 e 23 ottobre. Il forum, giunto alla sua quarta edizione, ospiterà 80 aziende da tutta Italia che proporranno in degustazione oltre 350 vini. L’Azienda Agricola Le Pignole porterà il suo Torengo, un Tocai Rosso dal colore rubino intenso, caratterizzato da uno straordinario bouquet fruttato e da una marcata freschezza. E proprio il Torengo sarà l’unico Tocai Rosso presente alla fiera bolzanina. “Ci ha un po’ stupito non trovarne altri nell’elenco dei vini in degustazione, avremmo preferito che altri produttori si fossero uniti a noi” dichiarano Paolo e Gianna Padrin, titolari de Le Pignole. Spetterà a loro, pertanto, farsi portabandiera del Tocai Rosso, vino sulle cui potenzialità i coniugi Padrin scommettono, tanto da aver sviluppato un ambizioso progetto per la sua valorizzazione.

Sono partiti da un’attenta selezione clonale per recuperare le varietà più antiche, ritenute meglio in grado di esprimere il terroir d’origine, quindi hanno riscoperto una tradizione di vinificazione abbandonata nel secondo dopoguerra: prevede una leggera sovramaturazione delle uve, un periodo di sosta prolungato sulle vinacce e l’affinamento per nove mesi in legno. Ne hanno ottenuto il Torengo, un Tocai Rosso ben più complesso e dal colore più intenso rispetto alla versione beverina a cui molti produttori ci hanno abituato negli ultimi anni. Il profumo è vinoso, persistente e, oltre al frutto, vi si colgono anche elementi floreali e minerali. In bocca presenta buon corpo, con un gusto molto caratteristico: equilibratamente tannico, leggermente amarognolo ma armonioso e con una particolare finezza. Ad Autochtona sarà in degustazione l’annata 2006 e una sample of barrique del 2006. Il taglio è stato assemblato proprio in questi giorni e necessita ancora di un paio di mesi di riposo in bottiglia. “Per profumi e aromi – assicura Gianna Padrin – sarà il migliore Torengo di sempre. Una vera delizia che sarà pronta per il consumo a Natale”.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link