L’Alto Adige consacrata terra dei vini bianchi dalle migliori guide di settore.

0

L’Alto Adige si conferma anche quest’anno terra dei vini bianchi nelle migliori guide di settore in uscita in questi giorni. Numerosi i premi assegnati dalle maggiori guide di settore che riconfermano una volta di più l’eccellente qualità dei vini altoatesini. Una piccola provincia, che rappresenta appena l’1% della produzione nazionale si riconferma ai vertici dell’enologia italiana, riuscendo a competere con regioni blasonate dal punto di vista vitivinicolo come il Piemonte e la Toscana. Ancora una volta a fare la parte del leone gli aromatici autoctoni ma soprattutto il Pinot Bianco, tra i rossi l’indiscusso protagonista è sicuramente il Lagrein a catturare l’attenzione dei critici. Ma tutte le guide sono d’accordo nel decretare il vino dolce dell’Alto Adige tra i migliori d’Italia. Le guide più autorevoli pongono l’Alto Adige tra i primi cinque territori più premiati, insieme a grandi regioni di prestigiosa tradizione enologica quali Piemonte, Toscana, Veneto e Friuli. La guida Duemilavini ha premiato 21 vini, classificando l’Alto Adige al quinto posto dopo Piemonte, Toscana, Friuli Venezia Giulia e Veneto. Preponderante la presenza delle “storiche” cantine produttori a riprova dell’alto livello qualitativo raggiunto.

22 i vini altoatesini presenti nella Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso e Slow Food (15 vini bianchi, 5 rossi e 2 dolci) in cui il Pinot Bianco Praesulis 2006 di Gumphof di Markus Prackwieser ha ottenuto il premio speciale come “vino più conveniente dell’anno 2008” così come l’oscar nazionale qualità-prezzo dell’Almanacco del Bere Bene 2008, assegnato a solo 6 vini italiani e che in Alto Adige è stato assegnato al Santa Maddalena 2006 della Cantina di Bolzano. Ben 12 le eccellenze altoatesine nella Guida dell’Espresso che hanno ottenuto le cinque bottiglie, dove ad essere premiati sono stati quasi esclusivamente vini bianchi. La Cantina Terlano è la sola in Alto Adige ad aver raggiunto le tre stelle sinonimo di assoluta eccellenza. Anche nella Guida di Veronelli ben 21 sono stati i super tre stelle assegnati all’Alto Adige, contro i 19 dello scorso anno. La guida D’Agata & Comparini ha premiato 16 eccellenze (11 nel 2007) nella BEST 100, mentre secondo Luca Maroni, guida ai Migliori Vini Italiani, sono ben 31 i vini frutto (contro i 24 del 2007), tra cui 8 Lagrein e 6 Gewürztraminer, tra questi ultimi il Gewürztraminer Brenntal Südtiroler 2006 della Cantina Produttori Cortaccia è stato decretato il terzo miglior vino bianco d’Italia. Ad emergere nella guidaVini Buoni d’Italia 2008 12 sono i vini altoatesini che hanno ottenuto le corone. Oggi con una sempre più agguerrita generale ricerca qualitativa il merito dell’Alto Adige è quello di riconfermarsi ancora una volta tra le prime 5 regioni italiane sinonimo d’eccellenza.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link