A Siracusa il 13° Enosimposio Sicilia. Enotecnici ed enologi a confronto.

0

Un tempo culla degli antichi greci, oggi meta prescelta di grandi appuntamenti. Siracusa ospita, dal 6 al 10 luglio presso il Brucoli Village, la 13° edizione dell’Enosimposio Sicilia, appuntamento annuale degli enologi e degli enotecnici siciliani per discutere e riflettere con gli esperti del settore le tematiche più attuali. Due le sessioni su cui si articolerà l’Enosimposio 2007 che riguarderanno le giornate di sabato 7 e domenica 8 luglio. La prima relazione sarà presentata dal dott. Gianfranco Tempesta che illustrerà l’attuale scenario del vivaismo viticolo, affrontando rilevanti questioni sulle prospettive future. La ricercatrice Margherita Squadrito esporrà i risultati  delle esperienze di appassimento delle uve zibibbo di Pantelleria al sole e in fruttaio condizionato. Seguirà l’intervento sulle esperienze di chiarifica dei vini con proteine vegetali, del prof. Rocco Di Stefano e del dott. Onofrio Corona. Nella seconda sessione Daniele Oliva, biologo dell’Istituto regionale della vite e del vino, esporrà i risultati della ricerca sulla selezione di lieviti ad uso enologico per le vinificazioni in bianco. Altra importante relazione è quella del dott. Fabio Chinnici sulle tecnologie per la produzione di vini in assenza di anidride solforosa, relativamente alle prime esperienze sui vitigni siciliani. Un’attenzione particolare sarà poi dedicata alla produzione dei vini spumanti di qualità, con una riflessione sugli aspetti tecnici e pratici con l’enologo Piernicola Olmo. Saranno presenti all’Enosimposio il presidente dell’IRVV, Leonardo Agueci, e il dottor Dario Cartabellotta, dirigente generale dell’Assessorato Agricoltura.

Ad aprire i lavori sarà il presidente della sezione Sicilia di Assoenologi, Carlo Ferracane che ogni anno ripropone l’evento quale fondamentale occasione e punto d’incontro fra professionisti, aziende ed istituzioni. Dichiara in merito – “Quest’anno in particolare bisogna concentrarsi sulla grave crisi del settore per sensibilizzare gli amministratori degli enti interessati e delle istituzioni affinché si possa puntare ad una ulteriore valorizzazione dell’enologia siciliana di qualità, concentrandosi sulla valorizzazione dei nuovi concetti biotecnologici ma soprattutto sulle competenze, non solo dei giovani  agricoltori ma anche delle nuove leve di enologi. È fondamentale questo affinché il lavoro del settore vitivinicolo possa contare sulla nuova forza lavoro, in mancanza della quale il settore rischia di scomparire“. L’enosimposio si avvale della collaborazione dell’Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste, dell’Istituto Regionale della Vite e del Vino, dell’Università degli studi di Palermo Facoltà di Agraria e il Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia di Marsala e dell’Accademia Cucina Regionale. L’evento è sponsorizzato da Aeb Group, Enodoro, Enotek, Ferrari, Hts, Imex Italiana srl, Oliver Ogar, Tecnoind, Vallovin. “Diverse realtà e professionalità che si confrontano, in occasione di questo tredicesimo appuntamento, con l’obiettivo di raggiungere sempre migliori livelli qualitativi per il vino di Sicilia. Questo è l’obiettivo dell’Enosimposio” – afferma l’enologo Giacomo Manzo, organizzatore della manifestazione e segretario regionale Assoenologi Sicilia.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link