Danneggiati alcuni vigneti del consorzio Libera Terra di Corleone.

0

Un danneggiamento in un terreno confiscato alla mafia e assegnato ad una cooperativa che aderisce al consorzio ‘Libera Terra’ è stato denunciato ai carabinieri di Corleone. Il fondo si trova in contrada Pietralunga, nel territorio del Comune di Monreale, dove i carabinieri hanno effettuato un sopralluogo per presentare una relazione alla Procura distrettuale antimafia di Palermo. Il terreno è stato confiscato al presunto mafioso Giovanni Simonetti, ed era stato assegnato qualche tempo fa alla coop “Lavoro e Non solo”, che fa riferimento all’associazione Libera di don Luigi Ciotti. Sono stati danneggiati per circa il 70 per cento i germogli delle viti, in vista della fruttificazione delle piante il prossimo anno.

“E’ in atto una controffensiva da parte delle organizzazioni mafiose – afferma in una nota don Luigi Ciotti, presidente di Libera – evidentemente preoccupate dai risultati che si stanno ottenendo nei campi della legalità. Non ci faremo intimidire e siamo convinti che i cittadini e le istituzioni sapranno ancora una volta rispondere con fermezza. Ai giovani impegnati quotidianamente nei campi di lavoro dei beni confiscati alle mafie vogliamo dire di continuare ad avere lo stesso coraggio dimostrato finora insieme alla consapevolezza di avere accanto tutta l’Italia che crede nei valori della democrazia, della libertà e della legalità”. A don Ciotti e ai ragazzi della Coop è arrivata la solidarietà del premier Romano Prodi. “Esprimo – ha detto Prodi – solidarietà e indignazione per l’accaduto, Auspico inoltre che continui con sempre più vigore la lotta per sradicare la criminalità organizzata.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link