Vino e asparagi di Terlano 20 anni d’armonia.

0

Quando l’arrivo della primavera è ormai prossimo e sbocciano i primi germogli, i protagonisti assoluti a Terlano sono gli asparagi “Margarete”e, naturalmente, il vino. Tra aprile e maggio il paese si trasforma nella Mecca per tutti gli amanti di questo prelibato ortaggio ed offre oltre 50.000 kg di asparagi per deliziare i palati di intenditori e buongustai. Nel celebre “triangolo dell’asparago” tra Vilpiano, Settequerce e Terlano, la coltivazione della ghiotta verdura vanta una tradizione centenaria: 15 coltivatori vi producono, su una superficie di 10 ettari, il nobile ortaggio. Ogni anno, dal mese di aprile, si ripete un identico rito: nel giro di pochissime settimane gli asparagi “Margarete” e il Sauvignon di Terlano vengono completamente esauriti. Il perché di tanta brama è da imputare a tecniche di coltivazione che puntano in primo luogo sulla qualità, ad una lavorazione veloce, nonché ovviamente al delizioso sapore dell’asparago unito alle sue preziose qualità nutritive. Accanto alle virtù depurative dell’acido aspartico esso è infatti ricco di vitamine e sostanze minerali come il calcio, il fosforo e il potassio.

Lo stesso si può dire del vino: le sue virtù stimolanti, il suo bouquet dolcemente fruttato ed il suo alto contenuto di acidi lo rendono perfetto per un accostamento agli asparagi. “Il Sauvignon ricorda le giovani e fresche foglie del pomodoro, l’ortica e i frutti tropicali ed è quindi perfetto per le verdure primaverili”, spiega Rudi Kofler, enologo della Cantina di Terlano. “Questa perfetta combinazione era stata proposta già nel 1987 dall’allora enologo della cantina, Sebastian Stocker e da Helmuth Huber, Presidente dell’Associazione Albergatori sezione Terlano”, afferma Georg Höller, Presidente della Cantina di Terlano. “Essi tennero a battesimo il Vino da asparagi di Terlano, un Sauvignon fresco e giovane, che raggiunge la maturità ideale proprio nel periodo degli asparagi”. Ogni anno vengono prodotte 15.000 bottiglie di “Vino da asparagi”, con un’etichetta speciale, vendute poi nell’arco di poche settimane. Il “Vino da asparagi” di Terlano è stato il primo vino in ambito europeo, ad essere provvisto di apposita etichetta per consigliarne l’abbinamento al prelibato ortaggio. Da allora questo vino ha un suo posto d’onore nel Museo degli Asparagi di Schrobenhausen.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link