Un Vinitaly all’arma bianca per il Friuli Venezia Giulia.

0

Per produrre un grande vino ci vogliono una grande terra e gente unica. Forte di questo messaggio, il Friuli Venezia Giulia sbarca alla 41ª edizione di Vinitaly, la grande kermesse dell’enologia in programma a Verona dal 29 marzo al 2 aprile. La spedizione regionale, guidata da Turismo FVG in collaborazione con Federdoc Fvg e con i 9 consorzi Doc e Docg, si presenta al padiglione 6 di Veronafiere con la convinzione che l’eccellenza della propria produzione vitivinicola e agroalimentare rappresenti un biglietto da visita fondamentale per promuovere l’intero territorio del Friuli Venezia Giulia. Proprio per questo la Regione mette in campo uno stand di oltre 400 metri quadrati suddivisi su due piani, il doppio rispetto alla precedente edizione.

Novità assoluta dell’edizione 2007, la copertura esterna del padiglione, “dipinta” con un messaggio che promuove il Friuli Venezia Giulia come Terra di grandi vini bianchi su una superficie di oltre 2 mila 400 metri quadrati. Il livello inferiore accoglie i banchi di degustazione, mentre il piano superiore ospita la sala dedicata ai Laboratori e una zona riservata a vip e celebrità. L’allestimento si avvale dell’apporto di un team di circa 40 persone, composto dallo staff di Turismo FVG, da specialisti dell’enogastronomia (docenti e allievi della sezione alberghiera dell’Istituto Stringher di Udine) e da rappresentanti di Federdoc Fvg e dei Consorzi regionali. Con 249 vini in vetrina – ai quali si aggiungono oltre un migliaio di etichette proposte dalle 209 aziende presenti – l’esposizione targata Turismo FVG propone uno spaccato significativo di un territorio che conta complessivamente 1700 aziende capaci di produrre ogni anno 100 milioni di bottiglie.

Terra di grandi vini bianchi – lo slogan scelto per promuovere le varie realtà regionali – esprime la volontà di puntare sulle specificità enologiche che hanno permesso al Friuli Venezia Giulia di primeggiare, a livello qualitativo, sia Italia sia nel mondo. Tra i momenti più stuzzicanti del programma fieristico spiccano i Laboratori dei sapori, appuntamenti di degustazione e conoscenza dei vini e dei prodotti tipici regionali, che durante la fiera Bit di Milano hanno riscosso grande successo tra operatori, giornalisti e visitatori. Il palinsesto prevede un minimo di 3 eventi enogastronomici al giorno, per un totale di 17 Laboratori suddivisi nei cinque giorni di fiera. Si va dall’incontro tra il classico prosciutto di San Daniele e le bollicine friulane al pregiato accostamento asparago bianco friulano – vini del Collio, senza dimenticare l’ampio ventaglio di proposte “dolci” a disposizione, con il Ramandolo e il Picolit a recitare da protagonisti. Si preannuncia da non perdere il confronto culturale tra Tocai friulano e Tokaj ungherese, in programma venerdì dalle 10 alle 13 nella sala “Golf”, al primo piano Palaexpo. L’incontro, aperto a giornalisti, operatori e produttori, inquadrerà la storia dei due vini all’interno delle particolarità culturali e territoriali di cui fanno parte.

Agenzia Turismo Friuli Venezia Giulia – Ufficio stampa
Piazza Manin, 10 – Località Passariano
33033 Codroipo (UD)
Tel +39 0432 815111 Fax +39 0432 815199
e-mail: ufficio.stampa@turismo.fvg.it – sitoweb: www.turismo.fvg.it

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link