A settembre a Torrecuso torna Vinestate con un fitto cartellone di iniziative.

0

Vinestate, la festa dedicata all’Aglianico del Taburno e in programma il 1°, 2 e 3 settembre prossimi, è giunta alla XXXII edizione. Un primato dal segnale forte sulla longevità di una rassegna che rientra di diritto fra quelle più attese del fitto elenco delle kermesse enologiche campane.  L’appuntamento torrecusano è organizzato da: Comitato Vinestate, Comune di Torrecuso, Gal Partenio Taburno Valle Caudina, Associazione Aglianico del Taburno, Comunità Montana del Taburno, Pro Loco Torrecuso, Centro Sociale Anziani Torrecuso, e con il patrocinio di: Regione Campania (Assessorato all’Agricoltura), Ersac, Provincia di Benevento, Pir “Il sentiero dei Sanniti” e Città del Vino, e rientra nel coordinamento dei grandi eventi della Campania curati da In@natura (direttore artistico Puccio Corona) e da Il Mangiastorie.

Per la “tre giorni” è stato varato un articolato programma che prevede un prologo nel week-end del 26 e 27 agosto che precede Vinestate e, curato in collaborazione con Il Mangiastorie, presenta tra l’altro la Navetta del Gusto, la Mostra itinerante “Terra e Sapore” e la proiezione del film “Sideways”.  Mentre, nei giorni della manifestazione, oltre alle degustazioni nel centro storico dei vini delle ventidue aziende iscritte a Vinestate, sono in programma: convegni; mostre mercato di prodotti tipici locali e dell’artigianato tradizionale; Aglianicum – la I Rassegna Nazionale dell’Aglianico –  con nettari del Beneventano, Cilento, Irpinia e Vulture; un talk show su: “Il legno o i trucioli per il vino di qualità?”, moderato da Lamberto Sposini; l’inaugurazione del restaurato Palazzo Di Palma Cocchiaro e la presentazione del libro di Angelo Savaglio ad esso dedicato; nonché spettacoli musicali e di animazione.

A questa tornata 2006 di Vinestate partecipano le aziende dell’area del Taburno: Vitivinicola Aldo Coletta, Fusco Libero Azienda Agricola di Palumbo Anna, Fontanavecchia, Terre dei Longobardi, Torre Varano, Cav. Mennato Falluto, Caputalbus, Nifo Sarrapochiello, Cantina Tora, I Colli del Sannio, Il Poggio, Ariano Agnese, Fattoria La Rivolta, Torre del Pagus, Taburni Domus, Agricola del Monte, Torre dei Chiusi, Serra degli Ilici, Terre d’Aglianico, Cantine Iannella Antonio, Masseria di Maria e Cantina del Taburno.

Per maggior informazioni si può  telefonare al numero 0824 889719, oppure visitare il sito www.comune.torrecuso.bn.it.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link