“Sensi diVini, la degustazione del vino è soprattutto cerebrale”, simposio introduttivo alla Mostra

0

Il 19 aprile la Mostra Vini di Bolzano invita con gran piacere alle ore 15.00 al simposio col tema “Sensi diVini, la degustazione del vino è soprattutto cerebrale”. In questo simposio scienziati di diverse discipline relazionano su avvenimenti fisiologici e neurologici mentre mangiamo e beviamo. Dopo il rinfresco con spumante, lo Chef a tre stelle Heinz Beck, La Pergola, Hilton Roma, ci spiega in maniera ‘gustosa’come egli riesce a stimolare i neuroni gustativi tramite cibi buoni e vini che si adattano ai suo piatti.

Il Professor Ulrich Fischer, di Neustadt an der Weinstrasse, ci introduce alla percezione sensoriale del vino e ci illustra attraverso una sperimentazione gustativa, come e perché ognuno di noi percepisce il gusto in maniera diversa. Il Professor Jürgen K. Mai, Düsseldorf, ci parla di come  esattamente vengono codificati gli stimoli chimici, di come vengono elaborati nel cervello, di come vengono decifrati e di come le impressioni sensoriali ed emozionali nascono. Infine la Dottoressa Gisela Hagberg, Roma, ci espone il primo studio mondiale con risonanza magnetica funzionale della percezione del vino nel cervello di sommeliers e di semplici bevitori.

Chiude il simposio lo Chef  stellato Fabio Baldassarre, del Ristorante L’Altro Mastai (Roma), tra le imponenti mura del Castel Mareccio, alle ore 19.30, con una cena a quattro portate nel quale vengono accentuati i diversi gusti. Le portate sono accompagnate dai migliori vini dell”Alto Adige. Questi vini hanno un doppio ruolo: o si armonizzano o si contrastano con le diverse portate, come  verrà commentato dal Professor Fischer.

Uno dei motivi di questo simposio è la pubblicazione del libro “Sensi diVini- Die Weinprobe findet im Kopf statt”, che è stata edito dalla Dr. Benigna Mallebrein e dal Professor  Jürgen K. Mai.  Il libro non tratta della tecnica e dell’arte della degustazione,  piuttosto si tratta di conoscere finalmente le strutture e i meccanismi del nostro cervello che ci trasmettono la percezione del gusto.

Per gustare un vino in maniera giusta, ci vuole non solo una buona lingua e un buon vocabolario ma anche un cervello allenato. Questo fatto è stato dimostrato per la prima volta scientificamente presso la Fondazione Santa Lucia di Roma per mezzo di uno studio con  risonanza magnetica  funzionale e i risultati sono presentati nel libro. Le strutture e i processi che sono coinvolte nel piacere del mangiare sono esposti in questo libro da scienziati e specialisti conosciuti a livello internazionale con un linguaggio comprensibile. Introducono nei segreti della percezione sensoriale durante la degustazione del vino e ci danno suggerimenti su come possiamo affilare i nostri sensi, per strappare alla nostra  goccia amata un maggiore piacere.

Per ulteriori informazioni visitare il sito ufficiale della Mostra Vini di Bolzano: www.mostravini.it.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link