La Vernaccia protagonista a Roma per “Le Marche in vetrina”. In vetrina il massimo della tipicità

0

Ci sarà il massimo della tipicità regionale a “Le Marche in vetrina”, la serata di Gala in programma al Piper di Roma domani, mercoledì 15 marzo, organizzata con il patrocinio della Regione Marche, delle Province di Ancona, Ascoli Piceno e Pesaro-Urbino ed in collaborazione con più di 30 Comuni aderenti all’iniziativa.  Tra i simboli maggiormente rappresentativi dell’identità marchigiana selezionati per la serata, protagonista per il settore enologico sarà infatti la Vernaccia di Serrapetrona, nella speciale tipologia di vino “fermo”, recentemente rinata grazie ad un progetto di rivalutazione di un vitigno autoctono marchigiano. La Serrapetrona doc, nella qualità Collequanto prodotta dall”azienda Colli di Serrapetrona, rinasce infatti sulle tracce di una vera e propria ricerca storica: tutto comincia da un annuario del 1893 scovato dall’enologo Federico Giotto nella biblioteca storica del Barone Spitaleri di Muglia, dove la Vernaccia ferma viene identificata come “il miglior vitigno a bacca rossa delle Marche”. Da questa scoperta è cominciata la fase di studio sui vitigni e di lavorazione delle uve che ha portato ad ottenere un vino espressione dei valori della tradizione e dell’armonia con il territorio.

La rinascita di un vitigno autoctono legato in modo inestricabile al suo territorio, ai suoi sapori, al suo clima, alla sua gente, esprime per questo il massimo della tipicità: “La Vernaccia identifica perfettamente le Marche -sottolinea il prof. Vittorio Serritelli dell’Istituto Alberghiero Panzini di Senigallia consulente enogastronomico per l’evento-, volevamo che Le marche in vetrina raccogliesse tutto ciò che potesse rappresentare al meglio la nostra regione e in particolare questa nuova Vernaccia esprime il massimo di territorialità. Anche il suo gusto morbido è particolarmente adatto a far esaltare i cibi della nostra regione che saranno protagonisti della serata, come i formaggi pecorini, la porchetta profumata al finocchio, il coniglio farcito.”

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link