Primavera del Prosecco 2006, 15 Mostre del vino per assaggiare le eccellenze enogastronomiche delle

0

Superato brillantemente il traguardo del primo decennale, “Primavera del Prosecco” – l”evento enoturistico che mette in rete le 15 Mostre del vino che si svolgono sulle colline dell’Altamarca trevigiana – si appresta a partire da marzo a giugno, presentando i prodotti della nuova annata, con un’edizione 2006 ricca di novità, confermando il positivo momento vissuto da uno dei distretti enologici più importanti d’Italia. Sia la manifestazione, con circa 250.000 visitatori nel 2005, sia il mercato del Prosecco Doc Conegliano Valdobbiadene – prodotto leader del territorio – infatti confermano il loro appeal presso il grande pubblico e gli appassionati. (Cfr. Scheda Dati di mercato allegata).

Per “Primavera del Prosecco 2006” il primo appuntamento, insieme alla BIT di Milano, sarà a metà febbraio con la CBR di Monaco, principale fiera del settore in Germania (mercato di riferimento per il turismo e l’enologia locale), che si terrà a ridosso dell’avvio della prima Mostra del Prosecco Doc, quella di Vidor, il 4 marzo. Nell’occasione, a Monaco, si terrà la conferenza stampa di presentazione ai mass media tedeschi. Successivamente saranno ben 30 le Fiere italiane ed internazionali in cui l’evento sarà promosso in collaborazione con il Consorzio di Promozione turistica “Marca Treviso”.

Sul versante nazionale invece la manifestazione vivrà la sua anteprima nello splendido castello medievale di Castelbrando a Cison di Valmarino, sabato 25 febbraio, nell’ambito di “Sipario della Primavera del Prosecco”. Insieme alla presentazione alla stampa delle 15 Rassegne enologiche protagoniste dell’evento, si terrà anche una Tavola Rotonda su come attuare un Enoturismo ed un’accoglienza di qualità nel territorio, con la partecipazione di giornalisti, Presidenti di Strade del Vino, gastronauti che porteranno le loro esperienze di viaggiatori del gusto nel mondo.

Da Marzo in poi, ad accogliere le migliaia di visitatori attesi per tutta stagione primaverile sulle colline dell’Altamarca, accanto alle centinaia di volontari delle Pro Loco, veri protagonisti della kermesse, ci saranno quest’anno anche gli studenti delle Scuole Superiori del territorio – Istituti Enologici, Turistici ed Alberghieri – che affiancheranno le Mostre nella presentazione e degustazione dei vini e dei prodotti tipici, nell’attività di accoglienza e di guida nel territorio. Ma anche le scuole medie saranno partecipi del progetto “Primavera del Prosecco” con la terza edizione di “Sguardi sul territorio”, concorso poetico-artistico, aperto a tutti gli studenti dell’obbligo. Per un altro verso, largo spazio verrà riservato, da ogni singola Mostra, all’enogastronomia a cui verranno dedicati appuntamenti, serate, laboratori del gusto alla scoperta delle mille eccellenze di questo lembo settentrionale della Marca trevigiana, non senza divagazioni e confronti stimolanti con altre realtà del Belpaese e non solo.

Novità in arrivo nel 2006 anche per la selezione delle migliori etichette dell’annata, ovvero i “Campioni” per ogni tipologia di vino del territorio: dai rinomati Prosecco Doc Conegliano Valdobbiadene e Cartizze, ai preziosi Colli di Conegliano rosso e bianco per giungere alle chicche produttive del Torchiato di Fregona, del Refrontolo Passito e del Verdiso. Fermo restando il meccanismo collaudato di degustazione cieca dei prodotti iscritti al X° Gran Premio del Prosecco e dei Vini dell’Altamarca; i vini “Campioni”- che ricordiamo devono superare l’assai impegnativa quota degli 85100 assegnati loro dalle commissioni dell’Assoenologi Veneto C.O. – saranno protagonisti unici di una giornata di degustazione, in giugno, con la presenza dei produttori che faranno assaggiare al pubblico e spiegheranno loro i segreti di questi autentici portabandiera dell’enologia locale. Ma non è tutto… perché sulle frizzanti colline di Conegliano e Valdobbiadene si stanno preparando ulteriori sorprese…

Si ricorda che per visitare le mostre, collocate generalmente nel centro o nella Piazza dei paesi, non si paga nessun biglietto d’entrata. Il costo indicativo per le degustazioni parte da un minimo di 1,00 euro a degustazione per il Prosecco doc fino a 2,50 euro per il Cartizze.
Gli orari variano in funzione delle diverse Mostre; in linea di massima, durante la settimana sono aperte nel pomeriggio dalle 16.00 alle 24.00, ma quelle di S. Stefano, S. Giovanni, S. Pietro di Barbozza dalle 10.00 alle 24.00. Durante i weekend le rassegne sono aperte per tutta la giornata. E’ possibile degustare i vini sia alla mescita, sia acquistare piccole quantità di bottiglie per asporto. Ricordiamo infine che la Mostra più antica, quella di Col San Martino, celebra quest’anno il cinquantenario.

Per maggiori informazioni sul programma delle mostre visitare il sito ufficiale della manifestazione http://www.primaveraprosecco.it/.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.
close-link