Due valli a confronto – Valle d’Itria e Valle Isarco

0

Cosa hanno in comune vitigni altoatesini come il Gewürtztraminer o il Kerner con altri vini bianchi in purezza, di gran lunga meno noti, che nascono dai vitigni dell’altopiano delle Murge? L’inedito confronto, che si presenta assai suggestivo, viene proposto dalla delegazione barese dell’Associazione Italiana Sommelier, promotrice dell’iniziativa Due valli a confronto – Valle d’Itria e Valle Isarco, in programma a Bari giovedì 31 marzo alle ore 20.30 presso l’Hi Hotel. Contributo di partecipazione per i soci AIS, 25 euro, invece 30 euro per i non soci.

Protagonisti dell’iniziativa due enologi Ais. Lino Carparelli, da tempo impegnato in progetti a sostegno dei bianchi di qualità pugliesi, illustrerà le caratteristiche dei vini, tutti in purezza, della valle d’Itria (Verdeca, Bianco d’Alessano e Minutolo), mentre la docente Ais Agnese Di Noia presenterà i vini della Valle Isarco Gewurztraminer,  Kerner e  Gruner. Tutti i vini presentati saranno proposti in degustazione accompagnati da finger food.

Lino Carparelli si è distinto negli ultimi anni per il suo lavoro di recupero e valorizzazione dei vecchi vitigni a bacca bianca della Valle D’Itria, il territorio compreso tra le province di Bari, Brindisi e Taranto, che include località come Locorotondo e Cisternino. Carparelli presenterà nel corso della serata il progetto Alture, la nuova linea realizzata in partnership con Cantine Paolo Leo e messa in produzione dal 2015, che mira a far conoscere le potenzialità  di vitigni meno noti che crescono in aree collocate in alta collina. Parteciperà all’iniziativa anche l’enologo Nicola Leo, che affianca Lino Carparelli nella realizzazione della linea Alture.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.