Anteprima Sagrantino: l’annata 2012 conquista stampa e operatori

2

Anteprima Sagrantino 2012, evento organizzato dal Consorzio Tutela Vini Montefalco per la valorizzazione delle produzioni d’eccellenza del territorio umbro, si chiude con ottimi risultati: 700 bottiglie stappate, 200 operatori del settore e 90 giornalisti della stampa nazionale ed estera.

Il Sagrantino, vitigno autoctono dal carattere forte, ha conquistato per l’annata 2012 quattro stelle con previsioni rosee di debutto sul mercato: “Complessivamente il 2012 è stata un’ottima annata per i vitigni più tardivi come il Sagrantino. Le bucce molto sane e resistenti hanno dato la possibilità di effettuare macerazioni lunghe. Buon equilibrio dei vini e morbidezza dei tannini hanno dato vita a vini tendenzialmente pronti rispetto alla precedente annata – spiega l’enologo Maurizio Castelliil Montefalco Sagrantino DOCG 2012 ha registrato sicuramente una produzione inferiore caratterizzata, però, da uve con ottimi livelli sanitari che lasciano presupporre un grande successo, utile ad esprimere il potenziale di questa Regione”.

Positivo anche il parere sulla vendemmia 2015 risultata molto interessante dal punto di vista qualitativo con uno stato sanitario ottimale e una maturazione completa delle uve: “Si avranno vini di grande struttura e complessità. I presupposti sono quelli di un’annata perfetta, eccezionale e di prima qualità per un vino come il Sagrantino” conclude Castelli.

La valorizzazione dell’eccellenza, portata avanti dal Consorzio Tutela Vini Montefalco, corrisponde, in questa seconda edizione di Anteprima Sagrantino, anche alla valorizzazione dei talenti. Con questo fine sono stati promossi quattro importanti concorsi – “Gran Premio del Sagrantino” ,“Sagrantino nel Piatto”, “Etichetta d’Autore 2012” e “Miglior Carta dei Vini Montefalco”  – che hanno visto trionfare, nella giornata di ieri, quattro realtà.

Gran Premio del Sagrantino. Ultimo premiato della prima giornata, il sommelier Daniele Sevoli che si è aggiudicato il Gran Premio del Sagrantino: trofeo nazionale per il Miglior Sommelier del Sagrantino, organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier Umbria in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier e il Consorzio Tutela Vini Montefalco. Soltanto 15 sommelier da tutta Italia sono stati ammessi al prestigioso concorso che ha visto Massimo Tortora e Carlo Pagano rispettivamente sul secondo e terzo gradino del podio. Dopo un impegnativo test, i tre si sono misurati, presso il Teatro San Filippo Neri di Montefalco, in una serie di prove pratiche: degustazioni, abbinamenti, carte dei vini e tutto quanto concerne la corretta comunicazione del Sagrantino all’interno di un ristorante.

Sagrantino nel piatto. Con un respiro più ampio rispetto alla passata edizione, “Sagrantino nel piatto” ha coinvolto chef da tutta Italia nell’ideazione e nella preparazione di ricette con ingrediente principe il Sagrantino. Michele Pidone, chef siciliano del ristorante Lampone di Spoleto ha primeggiato nella categoria Antipasti e dessert con il suo “Arancino di riso al Sagrantino di Montefalco Docg e piccione, il suo petto e gelatina al Sagrantino passito e crema tiepida di fegatini”. Va a Marco Volpin, del ristorante Le Tentazioni di Villatora di Saonara il premio per la categoria Primi e secondi: la sua proposta “Midollo di bue , raviolo di brie e tartufo nero Umbro, Gel di Sagrantino di Montefalco Docg con sentore di nocciola al caffè” ha stupito la giuria tecnica.

Miglior Carta dei Vini Montefalco. Assoluta novità di Anteprima Sagrantino 2012, il concorso è nato con lo scopo di selezionare e premiare il ristorante umbro con la carta dei vini più rappresentativa del Sagrantino e dei vini di Montefalco. Il Consorzio Tutela Vini Montefalco ha insignito di questo riconoscimento il ristorante La Locanda del Teatro di Paolo Galanti e Pasqualino Titta per la completezza delle etichette dei Vini di Montefalco presenti in Carta e per l’impegno nella promozione della cultura enologica montefalchese.

Etichetta d’autore 2012. Ad aggiudicarsi il premio per “Etichetta d’Autore 2012” è, invece, il ventisettenne di Pavia Tommaso Filighera: la sua opera “Prosit!” diventerà l’etichetta celebrativa dell’annata 2012 del Montefalco Sagrantino DOCG. Secondo classificato Bruno Bruni, 54enne di Poggibonsi con la sua opera “Vento Colorato” mentre Arianna D’Agostino, 25enne di Reggio Calabria, con la sua etichetta “Il Sorriso” si posiziona al terzo posto.

Photo Credit: Pier Paolo Metelli Studio

Share.

2 commenti

  1. Buonasera Fabio,
    ringrazio della citazione nell’articolo dell’anteprima del Sagrantino. Ci siamo conosciuti per un possibile rapporto di collaborazione per la costruzione dei siti internet.
    Questo era il primo concorso e per me è stato un immenso piacere poter vedere quanto la semplicità della mia opera sia stata premiata e riconosciuta dalla giuria. Sonio contento di essere citato nel tuo articolo.
    Bruno

    • Fabio Italiano on

      Ciao Bruno, certo che mi ricordo di te, e complimenti per il riconoscimento che hai ricevuto. Tuttavia non devi ringraziare me per la menzione perché l’articolo non è mio, ma di altre persone, penso l’ufficio stampa del consorzio. Ciao, e a presto.

Leave A Reply

Icona newsletter

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sulle ultime novità del panorama vitivinicolo italiano. Niente SPAM, solo una e-mail alla settimana, il martedì!

Grazie, la tua iscrizione è avvenuta con successo!