Despar lancia il private label nel settore vini

0

Barolo, Barbera d’Asti, Nebbiolo Langhe – riunite sotto il brand di fantasia “Vignaia Bauducco”, Despar lancia il progetto di filiera nel mercato enologico. L’iniziativa si inserisce nella strategia di valorizzazione delle identità ed eccellenze dei territori italiani che Despar da qualche anno sta portando avanti con successo. Con 1.764 punti vendita, per una superficie di vendita complessiva di 940.000 mq, e oltre 18.500 dipendenti, il marchio Despar è presente in 19 regioni e 96 provincie italiane, confermando una presenza capillare su tutto il territorio nazionale. Con un fatturato di 4.215 milioni di euro, Despar Italia nel 2009 si è confermata come uno dei grandi protagonisti del settore nazionale della GDO.

Oggi Despar lancia un’offerta a marchio che la vede fare il suo ingresso, nel cinquantesimo anniversario della sua fondazione, anche nel settore enologico – sono le parole di Gianluca di Venanzo, Direttore Generale Despar Servizi – I prodotti Despar coprono diverse aree di vendita: dagli alimenti biologici certificati ai prodotti di cosmesi e bellezza, dai prodotti per la casa a quelli surgelati. In ogni linea di prodotto, in particolare nei prodotti alimentari, l’attenzione è volta a esaltare la riscoperta dei valori della propria terra e la preziosità dei prodotti tipici locali. Ed è proprio in questo nuovo progetto di filiera del vino che Despar mette in luce le caratteristiche delle proprie scelte di marketing: controllo della produzione della materia prima, della raccolta e trasformazione, attraverso l’individuazione dei lotti agricoli. La filiera produttiva è garantita e documentata, dal campo alla bottiglia senza passaggi intermedi. Il “territorio di provenienza” diventa espressione della qualità specifica”.

Con un prezzo allo scaffale di 12.99 euro per il Barolo, 5.49 euro per il Nebbiolo Langhe, e 4.99 per il Barbera d’Asti, Despar intende sviluppare un presidio di qualità della fascia prezzo dai 3 ai 7 € e oltre con vini D.O.C. o D.O.C.G., garantendo l’origine del prodotto. Il target è il consumatore uomo – principale decisore d’acquisto – attento alla qualità nei vini e disposto a pagare più di 3 euro per un vino con origine garantita, orientato alla scoperta delle tipicità dell’enologia italiana. Questo segmento di clientela rappresenta circa il 28% di un mercato caratterizzato dal restante 72% da vini con prezzi inferiori ai 3 euro. Continua di Venanzo: “La Cantina Despar prevede un progetto triennale che entro il 2012 vedrà l’azienda sviluppare circa 15-20 tra i vini nazionali più rappresentativi nei prodotti Doc e Docg. Stimiamo circa 30.000 bottiglie annue per ciascuna etichetta. A questi primi 3 vini si affiancheranno specialità locali in esclusiva e prodotti locali selezionati dai dieci Centri di Distribuzione che costituiscono la presenza territoriale nazionale del nostro brand”. Da ottobre i vini Vignaia Bauducco saranno sugli scaffali Despar in tutta Italia.

Partner di questo primo intervento è MGM: nata nel 1991, l’azienda ha prodotto nel 2009 circa 25 milioni di bottiglie e 4,5 milioni di Bag in Box da 3 litri, esportando in più di 40 nazioni in tutto il mondo. Questo successo fa di MGM una delle realtà leader nell’ambito dell’export di vino italiano. MGM MONDO DEL VINO è stato insignito del premio internazionale assegnato da Mundus Vini come miglior produttore d’Europa nell’anno 2009 e 2010.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.