La rinascita di Onav

0

E’ stato un vero “bagno di folla” ad accogliere il Presidente Onav Giorgio Calabrese a Vinitaly. Durante la visita, il Presidente ha spiegato l’unicità dell’associazione alla fiera “Durante Vinitaly tutti i soggetti sono concentrati nel presentare i propri vini e la loro qualità. Onav, invece, ha il ruolo di fare conoscere, oltre alla qualità del vino, come esso stia nella nostra vita e come sia compatibile con la salute. Il nostro compito è spiegare che il vino è un alimento straordinario, che può accompagnare tutta la nostra vita con uno stile equilibrato. Noi vogliamo aprire le porte del paradiso e non dell’inferno e è giunto il momento di mettere fine ad utilizzi scorretti”.

Per questo motivo proprio il Presidente Giorgio Calabrese ha deciso di dedicare al tema “Vino: guidare si può” il congresso in programma il 6 maggio alle 12.30, che si svolgerà nell’ambito del XXVIII Congresso Nazionale Onav, che si terrà a Torino dal 6 al 9 maggio. In questa occasione saranno chiamati a intervenire anche il Ministero della Salute e il Ministero delle Politiche Agricole. Durante l’incontro Onav ribadirà le proprie posizioni, avvalorate dall’autorevolezza scientifica di Giorgio Calabrese. “ Bere e guidare si può a patto che lo si faccia in modo moderato. Siamo contrari all’abbassamento a 0,2 per il tasso alcolemico alla guida ma anche all’innalzamento a 0,8. Vi sono evidenze scientifiche che dimostrano che il tasso corretto è 0,5. Per avvalorare questa posizione, affiancherò al mio ruolo di presidente quello di medico e presenterò, per la prima volta, quali sono i limiti di consumo per ogni prototipo di persona, dal momento che si tratta di un limite soggettivo. Si dimostrerà così che le regole nascono dall’obiettività scientifica.”

In occasione del Vinitaly quindi l’Associazione Onav ha ribadito il ruolo di ambasciatore del consumo consapevole ma ha partecipato anche con uno stand istituzionale nel quale ha presentato i vini, provenienti da tutta Italia, selezionati durante i propri concorsi enologici realizzati nel 2009. Vinitaly però è stato anche il luogo dove l’Onav ha tenuto a battesimo le sue molte novità. Anzitutto il nuovo logo, studiato da ATC grafica, moderno, di colore bordeaux, dove è riportato in modo più evidente l’acronimo dell’associazione. Il restyling è stato fortemente voluto per rispondere alla necessità di rinnovare l’immagine associativa ma non si è fermato al solo logo, ha coinvolto anche i vari distintivi che nascono per differenziare le diverse categorie di appartenenza dei soci Onav.

Poi Onavnews, nuova rivista on-line diretta dal giornalista Guido Montaldo, strumento di comunicazione quotidiano sul mondo Onav. Lanciata a Vinitaly, la rivista sarà consultabile da tutti e avrà cadenza quotidiana. L’unicità sarà il linguaggio adottato: pur mantenendo il rigore scientifico, Onav ha scelto una forma divulgativa comprensibile per ogni interlocutore. La rivista ospiterà firme del giornalismo enogastromonico ma anche i soci Onav appassionati di scrittura, in questa sede, potranno dare il proprio contributo. La rivista presenterà rubriche dedicate a vino e salute, viticoltura, enoturismo e, ovviamente, al voce del Presidente e del Consiglio Nazionale.

Per maggiori informazioni: www.onav.it

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.