I vini di Antonio Moretti continuano a riscuotere premi e successi

0

Non smettono di guadagnare consensi le etichette dell’imprenditore aretino Antonio Moretti, sempre più apprezzate dal pubblico e dalla critica. L’indiscussa qualità dei vini prodotti dalle Tenute è sotto gli occhi di tutti e viene costantemente riconosciuta da premi e critiche positive da parte della stampa di settore. Anche quest’anno infatti gli ottimi vini Siciliani provenienti dalla tenuta Feudo Maccari e i Toscani dall’azienda Orma di Bolgheri sono stati particolarmente elogiati dalla Guida Vini d’Italia 2010 del Gambero Rosso.

A tenere alto il nome dei vini siciliani è Saia 2007, il Nero d’Avola 100 % prodotto nella tenuta Feudo Maccari di Antonio Moretti in Val di Noto. Saia ottiene per il secondo anno consecutivo il massimo riconoscimento sulla Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso: i 3 Bicchieri che vengono assegnati ai vini ritenuti eccellenti. Saia è un Nero d’Avola in purezza, varietà straordinaria in grado di regalare vini intensi e rotondi, che prende il nome dai canali di irrigazione costruiti secoli fa dagli arabi per raccogliere le acque piovane. Le tradizionali vigne ad alberello e la maturazione in barriques francesi ne fanno un fuoriclasse della categoria.

Dalla più recente acquisizione fra le tenute toscane di Antonio Moretti, nel territorio d’eccellenza di Bolgheri, arriva invece Orma. All’esordio la già apprezzata annata Orma 2005 aveva ottenuto numerosi premi. La seconda annata ottiene il più importante dei riconoscimenti: Orma 2006 guadagna i 3 Bicchieri. Orma nasce a Bolgheri nell’omonima azienda, da un terreno con esposizione sud ovest composto da ciottolo e argilla e da poca sabbia. In questa terra meravigliosa, la vicinanza del mare permette di mitigare gli eccessi delle zone più interne, rinfrescando le estati e addolcendo gli inverni.

I vini di Antonio Moretti hanno conquistato anche il palato dei più severi esperti degustatori delle riviste statunitensi. Robert Parker di Wine Advocate dà voti altissimi ai toscani di Tenuta Sette Ponti: premia in particolare Oreno 2006 con 93 punti, a cui seguono l’annata 2007 con 92 punti, Crognolo 2007 con 90 punti . Anche la blasonata testata statunitense Wine Spectator ha attribuito punteggi altissimi ai vini dell’imprenditore aretino: 95 punti per Oreno 2007(96punti e 15° nella top 100 per Oreno 2006) e 93 punti per Crognolo 2007, Poggio al Lupo 2007 e Orma 2006.

La passione di Antonio Moretti nel produrre vino emerge chiara dalle sue etichette, in Sicilia come in Toscana. La Sicilia è stata per Antonio Moretti un colpo di fulmine trasformatosi oggi in un amore solido e duraturo. La Toscana rappresenta le radici e la storia di famiglia, la terra a cui risale la sua prima esperienza di produttore di vino. Gli sforzi di Antonio Moretti, della figlia Monica che lo assiste nell’attività vinicola e del team di esperti che l’imprenditore aretino ha voluto al suo fianco, sono ripagati dagli eccellenti riscontri ottenuti dagli operatori del settore e dal pubblico.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.