E’ nato il Rosso dell’Arnasa del Castello di Roncade

0

Oltre 3.000 persone hanno assistito, domenica 14 settembre, alla presentazione ufficiale del nuovo “Rosso dell’Arnasa” prodotto dal Castello di Roncade (Roncade – TV). Nel parco e nelle barchesse di una delle più caratteristiche testimonianze della cultura rurale nella società veneta, la grande festa realizzata per “Benvenuta Vendemmia” (evento promosso annualmente dal Movimento Turismo del Vino) ha “tenuto a battesimo” il nuovo Merlot Doc Piave, annata 2007 prodotto nei vigneti che fanno parte della tenuta fin dall’inizio del Cinquecento.

Fin dai tempi di Girolamo Giustinian, che realizzò la patrizia villa-castello, appartengono alla villa diversi terreni, caratterizzati da medio impasto argilloso sotto il quale si trova un consistente conglomerato sabbioso argilloso marino con cemento calcareo (caranto): peculiarità che contraddistinguono le due aree enoiche particolarmente curate dall’odierna azienda agricola Castello di Roncade: la “Pantiera” e il “Teson” due antichissimi toponimi da sempre legati alle colture della vite. Di particolare interesse il “Teson”, una vera oasi naturale racchiusa tra il Vallio e l’Arnasa, che Luigi Veronelli indicò come i cru più interessanti della Marca trevigiana e in cui ha sempre creduto la famiglia Ciani-Bassetti, dagli anni Trenta del secolo scorso titolare del Castello e delle sue tenute. Qui, dove nasce anche il celebre “Villa Giustinian-Riserva della Casa”, uno dei grandi vini rossi del Veneto, è stato prodotto il “Rosso dell’Arnasa” Merlot in purezza che prende il nome dal canale che circonda le vigne e che, dopo un anno di affinamento in tonneau da 5 hl, si presenta così:

ROSSO DELL’ARNASA
Merlot Doc Piave 2007

AREA DI PRODUZIONE
Roncade, in quella frazione denominata “Pantiera” nei pressi del Castello da sempre legata alla coltura della vite e che Luigi Veronelli definì uno dei cru più interessanti della Marca trevigiana.

TERRENO
Caratterizzato da medio impasto argilloso sotto il quale si trova il caranto, consistente conglomerato sabbioso argilloso marino con cemento calcareo.

VIGNETO
Densità d’impianto: 5000 ceppi per ettaro. Sistema di allevamento: Guyot.

VINIFICAZIONE
Uve, raccolte a mano, vinificate in acciaio con macerazione sulle bucce per 12 giorni con delastage. Alla fermentazione alcolica segue quella malolattica.

AFFINAMENTO
12 mesi in tonneau di 2°-3° passaggio

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE
COLORE Rosso rubino intenso, brillante e impenetrabile. PROFUMO Un quadro fine, complesso, vegetale, fruttato e speziato, di buon amalgama ed equilibrio. Si percepiscono evolute note di frutta rossa matura e di viole, arrotondate da un’appena accennata venatura vanigliata, sulla quale si affacciano sentori speziati e evoluti accenni di caffè e di tabacco. SAPORE Intenso, asciutto e vellutato, di apprezzabile persistenza e profondità, ha un portamento bellamente austero, elegante stoffa, soffice materia tannica e contenuta aicidità, per esprimersi in preziosi equilibri e portamenti di grande eleganza.

ABBINAMENTI
Ideale per arrosti di carni rossa e selvaggina, ma anche con salumi e formaggi di media stagionatura.

SERVIZIO
Temperatura ottimale tra i 18 e i 20°C. Vivamente consigliata una breve ossigenazione che ne esalta le caratteristiche.

CARATTERISTICHE CHIMICHE
Alcool effettivo % vol. 13,00 – Zuccheri g/l inferiore a 1 – Acidità totale g/l 5,30

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.