Oltrepò, l’accento sul territorio in Oltrevini 2008

0

La 38esima edizione di Oltrevini attende i visitatori da sabato 28 giugno a lunedì 30 giugno 2008 presso la Certosa Cantù di Casteggio (PV) – Inaugurazione esclusivamente su invito venerdì 27 giugno. Per il primo anno dalla sua storia quasi quarantennale, la manifestazione lascia i padiglioni fieristici di via Truffi e cambia radicalmente formula: esclusi espositori di altri generi, l’evento si presenta con l’identità di “vino senza distrazioni”. Soltanto vino, quindi, in assaggio e degustazione alla Certosa Cantù, proposto da decine di Aziende dell’Oltrepò Pavese invitate a partecipare in base alla selezione del Caveau d’Oltrepo, progetto per l’individuazione della migliore enologia dell’Oltrepò avviato dal 2005 dal Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese.

La manifestazione, organizzata da Comune di Casteggio attraverso Casteggio Servizi SrL, con il patrocinio e il supporto di Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Regione Lombardia, Camera di Commercio di Pavia, Provincia di Pavia, Fondazione Bussolera – Branca, Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, Equal Casteggio e Intesa Sanpaolo presenta una prima grande novità: con Oltrevini 2008, trova una delle sue prime concrete attuazioni il progetto “Oltrepò, l’accento sul territorio” finalizzato alla trasmissione di un messaggio univoco di comunicazione sulle iniziative promozionali ideate per il sistema vitivinicolo dell’Oltrepò Pavese.

Il progetto, attuato dai primi giorni di giugno, coinvolge in sinergia collaborativa Camera di Commercio, Provincia di Pavia, Comune di Broni, Comune di Casteggio, Comune di Stradella, Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese e Casteggio Servizi SrL. Le iniziative comprese nel progetto sono le seguenti: Festival “Alla Salute!” (dal 4 al 22 giugno, articolato in eventi realizzati a Broni, Casteggio e Stradella), Oltrevini (28 – 30 giugno, Casteggio), Vinuva (dal 4 settembre al 21 settembre a Stradella, Broni e Casteggio) e il Simposio Internazionale organizzato il 21 ottobre a Casteggio da Camera di Commercio di Pavia in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza – Facoltà di Agraria – Istituto di Enologia e Ingegneria Agroalimentare.

Lo scopo del progetto è quello di concretizzare un primo essenziale passo verso la valorizzazione coordinata degli eventi inerenti al sistema vitivinicolo dell’Oltrepò, veicolando l’identità di un territorio che, per storia e numeri, si pone come una delle zone più rilevanti nel mondo della vitivinicoltura italiana ed europea. Più di 13.000 ettari di vigneto, il recente riconoscimento della Docg per l’Oltrepò Metodo Classico ottenuto da Pinot nero (agosto 2007), il primato italiano per estensione di Pinot nero (2000 ettari sul totale nazionale di 4.000 ettari), altrettanto rilevanti affermazioni nella produzione di Bonarda (17 milioni di bottiglie all’anno), Barbera, Riesling e Moscato identificano nell’Oltrepò una delle zone più interessanti per vocazionalità, produzione e livelli qualitativi. Senza dimenticare le altre tipologie di vino prodotte, fra cui Buttafuoco e Sangue di Giuda, rossi ottenuti da vitigni coltivati in aree delimitate del territorio e particolarmente apprezzate per la loro spiccata ed esclusiva identità.

Informazioni: www.oltrevini.it

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.