Vinitaly 2008: Gran Medaglia d’oro per il Kerner Carpenè

0

“L’ultimo riconoscimento ricevuto, la Gran Medaglia d’Oro di Vinitaly 2008, afferma Etile Carpenè, Presidente della Carpenè Malvolti SPA, è un fiore all’occhiello che ci riempie di orgoglio non solo perché per noi produttori è una delle più ambite, ma anche perché arriva proprio durante le celebrazioni dei 140 anni dalla fondazione della Carpenè Malvolti ad opera del mio bisnonno Antonio”. Palmares che si arricchisce di due medaglie d’oro per Rosé Brut e il Prosecco di Conegliano DOC Cuvée Oro al Sial China Wine & Spirits 2008 e due d’argento per il Rosé Brut e il Prosecco di Conegliano DOC Cuvée Brut al Vinalies Internationales 2008 di Francia alle quali si aggiunge anche la gran Menzione Vinitaly 2008 ancora per il Rosé.

“Sarebbe ben lieto di vedere che in questi secoli, con 4 generazioni che si sono susseguite, siamo riusciti a rimanere leader di mercato nel Prosecco DOC e abbiamo continuato a credere nei valori sui quali lui fondò l’azienda: ricerca e territorio. Sono certo che lo riempirebbe di orgoglio sapere che abbiamo vinto ben due Gran medaglie d’oro a Vinitaly e le altre all’estero, con il prosecco Doc e due prodotti della linea L’Arte Spumatistica, il Rosé Brut nel 2005 e oggi il Kerner Brut, vini spumanti che nascono dalla ricerca che continuiamo a portare avanti in Carpenè Malvolti. Un impegno, racconta, iniziato con il Prosecco e che oggi ci premia proprio sui prodotti innovativi, come a dimostrare che la mission della Carpenè è quella di fare ricerca sugli spumanti per offrire alle nuove generazioni prodotti di qualità. Ci auguriamo di riuscire a ripetere il successo che ha avuto la produzione del Prosecco DOC di Conegliano e Valdobbiadene”.

Infatti la Gran Medaglia d’Oro conferita al Kerner Brut 2007, ottenuto con un vitigno che prima del 2006 non era mai stato spumantizzato, il Rosé Brut e il Prosecco DOC, nascono dalla ricerca che in Carpenè non si è mai fermata per la produzione di vini distintivi portata avanti dal “Collegio Enologi” guidato da Etile Carpenè. Una ricerca che iniziò con Antonio Carpené che voleva produrre un vino spumeggiante utilizzando il Prosecco, vitigno che in quel territorio dava il meglio di sé.

Carpenè Malvolti è presente al Vinitaly Pad. 5 Stand B5 con un programma di iniziative da giovedì 3 alle ore 14 con la presentazione del nuovo spumante de’ “L’Arte Spmantistica” e la presentazione libro “1868 Antonio Carpené, del Prosecco spumante DOC e di altre “invenzioni”. 140 anni d’ arte enologica e impegno etico”, venerdì 4 degustazione di Prosciutto Berico Euganeo con il vicepresidente del consorzio Gian Antonio Visentin e un “gioco a premi” riservato ai sommelier che visiteranno lo stand di CM, sabato 5 Ostriche di Orbetello e presentazione progetto Caffè Pedrocchi e CM – Aperol al Salone del libro, domenica 6 giornata del sommelier FISAR con la Miss Alessia Alciati e il premio ai protagonisti della comunicazione a Marcello Masi per Eat Parade del TG2 e lunedì kermesse con AMIRA. Per ogni giorno di fiera inoltre allo stand Carpenè sono previsti assaggi degli spumanti e dei distillati della casa. Le degustazioni si terranno dalle 10 alle 14 e dalle 16 alle 18, fino a lunedì.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.