Si è chiuso il Vinitaly: e da Bertazzoli arriva la monorotaia

0

Le polemiche suscitate dalle indagini della magistratura sulla sofisticazione dei vini in mezza Italia non toccano lo stand della Provincia di Massa dove si è chiuso il Vinitaly con un afflusso di pubblico superiore ai duemila visitatori. Grande soddisfazione arriva dall’Amministrazione provinciale dove l’Assessore all’Agricoltura Domenico Ceccotti, intervenuto al microconvegno sulla viticoltura eroica, ha dichiarato: ‘questa manifestazione è un biglietto da visita importantissimo per il nostro territorio ed il successo di pubblico, con un incremento esponenziale rispetto allo scorso anno di visitatori stranieri, non fa che premiare l’impegno profuso dalle Istituzioni e dai nostri produttori; proprio grazie al loro lavoro costante ed all’amore per la propria terra che siamo riusciti a salvare i terrazzamenti del terreno e quindi a salvaguardare uno dei paesaggi più belli della Toscana’.

Ma l’attenzione degli operatori e dei media è stata catturata dalla conferenza stampa nella quale Bertazzoli, l’azienda conosciuta per Fucchia, Monetae Rossocybeo, per bocca di Roberto e di David Bertuccelli ha annunciato la volontà di installare nella propria vigna di Fucchia una monorotaia. Si tratta del primo impianto in Toscana e la soddisfazione è enorme. Racconta David Bertuccelli: ‘nostro padre coltiva la vigna da quasi trent’anni senza l’utilizzo di alcun mezzo meccanico ma solamente con l’ausilio di alcuni collaboratori e credo che il concetto di viticoltura eroica ben si adatti al nostro lavoro! Pur non godendo di una certificazione biodinamica, e per scelta, il sistema di allevamento ed il successivo di produzione applicano, nella sostanza, i fondamenti della biodinamicità. La nostra azienda però, che è orientata sempre di più ad una clientela internazionale dopo l’arrivo dei nostri prodotti nel Regno Unito, ritiene che la vigna debba essere fruita anche dai consumatori del prodotto finale, ovvero del nostro vino. L’installazione della monorotaia, che verrà realizzata dalla Monrail, leader europeo nella costruzione di impianti in condizioni difficili, e per la quale stiamo presentando una richiesta di cofinanziamento alla Regione, permetterà ai visitatori di salire con tranquillità ed in sicurezza fino alla massima sommità della nostra collina, dalla quale è possible ammirare uno dei panorami più belli di tutto il Candia’.

Dopo la conferenza stampa lo stand di Bertazzoli è stato visitato da una delegazione arrivata da Londra e guidata dalla responsabile del comparto vitivinicolo dell’I.C.E. l’Istituto per il Commercio Estero, Alessandra Bottaro. Ma la novità non si esaurisce qui: Bertazzoli in collaborazione con l’enologo Giacomo Cesari e con un gruppo di ricercatori della Facoltà di Agraria dell’Università di Pisa, ha iniziato ad impiantare alberi di agrumi nella propria vigna di Fucchia con lafinalità di sperimentare gli effetti benefici sulle viti. Il progetto, che peraltro ha dei presupposti legati anche alla salvaguardia del paesaggio, sarà l’oggetto di un convegno che si terrà in autunno proprio presso la nuova cantina dell’azienda Bertazzoli.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.