Grande successo degli autoctoni pugliesi presso gli operatori internazionali

0

La Puglia incontra i buyers di tutto il mondo. E’ una delle novità del Vinitaly 2008 nel padiglione 10 della Regione Puglia che vede, per l’intera giornata di oggi, i nostri produttori a confronto con acquirenti provenienti dai cinque continenti. Dai mercati del nord Europa (Inghilterra, Germania, Danimarca, Svizzera, Austria) a quelli dell’est europeo (Polonia), dal Giappone all’India, dal continente africano (Zimbabwe) a quello australiano e Nordamericano (Canada), 56 delle 164 aziende del Padiglione Puglia hanno raccolto la sfida dell’export internazionale. Un’agenda densa di appuntamenti serrati per i 38 buyers che partecipano all’evento “Taste&Buy Puglia”, organizzato da Unioncamere Puglia e Assessorato regionale alle Risorse Agroalimentari, con il coordinamento del Movimento Turismo del Vino Puglia e Veronafiere.

Una iniziativa che contribuisce ancora di più a dare concretezza alla sfida della internazionalizzazione e della valorizzazione dei vini da vitigni autoctoni pugliesi, gli unici in tutta Italia a non aver utilizzato operazioni di arricchimento per contrastare l’andamento climatico bizzarro che ha caratterizzato la vendemmia 2007 nel nostro Paese. “La Puglia si presenta, quindi, con una produzione assolutamente naturale, autentica e perfetta espressione del sole e della terra, senza alcun intervento “correttivo”, afferma con orgoglio l’assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Enzo Russo, ribadendo che il settore vitivinicolo è uno dei settori trainanti dell’economia dell’intera regione.

Maggiori informazioni su www.vinidipuglia.com.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.