Vinissage,
Salone di vini naturali da agricoltura biologica e biodinamica
Asti, 10 ed 1

0

Per il terzo anno la città di Asti propone “Vinissage “, vetrina piemontese sui vini naturali provenienti da agricoltura biologica e biodinamica e soprattutto  espressione della “naturalità” della vinificazione. Questo Salone raduna vignaioli italiani e francesi, uniti dalla convinzione che la qualità dei vini nasca da una vendemmia sana e da un buon lavoro in vigna, ma che a questo debba far seguito un impegno in cantina basato sul massimo rispetto per la naturalità dell’uva.

Secondo questi tenaci vignaioli la vinificazione deve accompagnare l’uva nella sua trasformazione, utilizzando solo principi fisico-chimici naturali, fortemente convinti che ” con dell’uva biologica si può fare del vino industriale, ma che per fare del vino naturale è indispensabile avere delle uve biologiche ” ( M. Lapierre).

I vignaioli presenti a Vinissage presentano vini unici a livello organolettico, che “parlano” a chi è disposto a saperli ascoltare. Questi vini sono  un’autentica espressione del legame e dell’identità  tra il vino ed il territorio e non hanno certo la pretesa di essere gli unici vini buoni, hanno però il vantaggio di essere solo uva fermentata e di rappresentare il gusto del loro territorio, del loro vitigno e del vignaiolo che li produce… e parlano senza clamori della loro anima. Asti e tutto il Piemonte è  terra di grandi vini e per questo è giusto anche dare voce a vini meno consueti, ma che contribuiscono ad arricchire il mondo del vino. La presenza ad Asti di tante aziende, provenienti da tutta Italia e da diverse zone della Francia, non può che suscitare l’interessare degli appassionati che ne vorranno approfittare.

In questo Salone è fondamentale la presenza dei vignaioli, per permettere al pubblico di venire a degustare ed anche discutere con chi con grande passione si dedica a questi vini, nel rispetto dell’uva, della natura e dell’uomo. Vinissage aspetta con entusiasmo quanti vorranno condividere od anche solo conoscere per curiosità questi vini, offrendo anche la possibilità di continuare la degustazione a casa loro, acquistando bottiglie direttamente dalle aziende presenti.

Il piacere di un momento … può continuare nel tempo e Vinissage vuole offrire l’opportunità di condividere con i suoi vignaioli la loro scelta di vita.



ELENCO AZIENDE PRESENTI A VINISSAGE

(lista non chiusa)


TOSCANA
Azienda agricola « La Busatina » Emilio Falcione BIODY
Azienda agricola « Cerreto Libri » BIODY
Azienda agricola « San Giuseppe », Stella Campalto BIODY
Azienda agricola « Campi di Fonterenza », Margherita & Francesca Padovani BIOLO
Azienda Agricola « Campinuovi », Nadia Riguccini BIODY
Azienda agricola « Santa Maria » BIOLO

CAMPANIA
Cantina Giardino   BIOLO (acquisti d’uva BIOLO)

VENETO
Azienda agricola  « La Biancara » Angiolino Maule BIODY

PUGLIA
Azienda Agricola « Cristiano Guttarolo »

FRIULI
Azienda agricola « Denis Montanar » BIODY
Azienda agricola « I Clivi » BIOLO

EMILIA ROMAGNA
Azienda agricola « Alberto Tedeschi » BIOLO
Azienda Agricola « Maria Bortolotti » BIOLO  
Azienda Agricola « La Stoppa » di Elena Pantaleoni BIOLO

SICILIA
Azienda agricola « Arianna Occhipnti » BIOLO

PIEMONTE
Azienda Agricola « Vittorio Bera »Gian Luigi & Alessandra Bera BIOLO
Azienda Agricola « Cascina degli ulivi » Stefano Belloti BIODY
Cascina Corte ,  di Alessandro Barosi BIOLO.
Azienda agricola « Cà del Prete » BIOLO
Azienda agricola  « Tenuta Grillo » BIOLO
Azienda agricola « Cascina Zerbetta » BiODY


FRANCIA

CHAMPAGNE
Francis Boulard BIOLO

MACONNAIS
Catherine & Gilles Vergé BIOLO

BANDOL
Château Ste Anne , J.B Dutheil BIOLO

LANGUEDOC_ROUSSILLON
Domaine de Gressac , J.M Rieux BIODY

MANIFESTO  VINISSAGE


1. “Vinissage” è un salone di vini naturali provenienti da agricoltura biologica e biodinamica, il cui scopo è quello di ampliare la conoscenza e la diffusione dei vini naturali  attraverso la degustazione e la conoscenza diretta dei produttori presenti alla rassegna.
2. A Vinissage aderiscono aziende che coltivano viti e producono vini in modo “naturale”, nel pieno rispetto del territorio, della vite e dei cicli naturali, privilegiando le  varietà di uva locali e i componenti naturali del vino.
3. In particolare le aziende partecipanti  a Vinissage coltivano vigneti senza utilizzare sostanze chimiche di sintesi rispettando la vite e i suoi cicli, seguendo quindi le direttive europee previste per l’agricoltura biologica e biodinamica.
4. Producono vini da uve perfettamente sane e raccolte a maturazione piena, prestando la massima cura all’igiene e ai tempi di macerazione per limitare al massimo l’uso dell’anidride solforosa.
5. Non utilizzano lieviti selezionati, ma esclusivamente lieviti autoctoni, per conferire al vino profumi e caratteristiche assolutamente irripetibili.
6. Non utilizzano batteri selezionati per la fermentazione malolattica
7. Escludono interventi chimici o fisici durante la vinificazione (escludono quindi osmosi inversa, concentrazione, acidificazioni o disacidificazioni, arricchimenti).
8. Non separano il vino dalla “fecce  nobili” ( costituite da lieviti, proteine, amminoacidi, vitamine) fino all’imbottigliamento.
9. Non chiarificano e filtrano in modo molto blando il vino prima dell’imbottigliamento, per non modificarne le caratteristiche ottenute nel delicato processo di vinificazione.
10. Usano anidride solforosa in quantità minime e per gli usi strettamente necessari

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.