Nobili bollicine di montagna nella città dell’amore.

0

Milano, Bologna ed ora Verona: le bollicine di montagna dell’Alto Adige proseguono nel loro tour promozionale con una manifestazione che conquisterà il pubblico e gli amanti del buon bere. Lunedì 5 novembre dalle 17.00 alle 22.00 il piccolo drappello di produttori metodo classico dell’Alto Adige saranno al palazzo della Gran Guardia, nella centralissima Piazza Brà, nel foyerdell’delBollicine dell’Auditorium per far conoscere la loro migliore produzione di spumanti metodo classico  già nota e apprezzata dalla critica specializzata  ma ancora poco conosciuta al grande pubblico.

Celebre e affermato per la produzione di vini bianchi eleganti e aromatici di gran classe l’Alto Adige vanta una piccola produzione di spumanti ( 200.000 bottiglie annue) ottenuti col metodo champenois che si stanno affermando negli ultimi anni in nicchie di mercato riservate a produzioni di alta qualità. Una produzione qualificata realizzata con tecniche e cure artigianali che si contraddistingue per alcune peculiarità quali l’utilizzo di uve provenienti da vigneti oltre i 600 m. s.l.m. e dalla particolare composizione delle cuvèe che vengono generalmente lasciate maturare sui lieviti per un periodo non inferiore ai 18 mesi, ma che nel caso dei millesimati più pregiati, vengono estese anche a 60 mesi dando vita a prodotti particolarmente complessi.

Oltre ad un assemblaggio calibrato di uve provenienti dai diversi e più vocati terroir dislocati nelle diverse  aree di produzione (da Terlano a Mazzon e Salorno ad Appiano e Cornaiano) gli spumanti altoatesini vedono spesso l’utilizzo, accanto ai tradizionali Chardonnay e al Pinot Nero, anche di piccole percentuali di Pinot Bianco, vitigno che in Alto Adige ha trovato il suo terroir d’elezione e che conferisce ai vini particolare fragranza e sapidità, una spiccata componente fruttata e quella grande piacevolezza di bevuta che aggiun ta alla buona acidità conferiscono a questi spumanti  l’ideale abbinamento a tutto pasto.

Il drappello di 5 “artigiani” delle bollicine dell’Alto Adige:
Azienda Agricola Arunda-Vivaldi – Meltina
Azienda Agricola Haderburg – Salorno
Cantina Spumanti Lorenz Martini / Comitissa – Cornaiano
Cantina Produttori San Paolo, spumanti Kössler / Praeclarus – Appiano
Cantina Spumanti Kettmeir – Caldaro

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.