L’Irpinia capitale della Vinoterapia. Il 7 dicembre a Montella e Castelfranci l’evento internaziona

0

L’Irpinia capitale della Vinoterapia. Il 7 dicembre, nei comuni di Montella e Castelfranci, in provincia di Avellino, si terrà l’evento internazionale “Stati Generali: il turismo del benessere e il vino si incontrano nella Vinoterapia”, iniziativa ideata da S3.Studium, Plansud e Slow Food Promozione, e realizzata all’interno del Progetto Integrato “Borgo Terminio Cervialto” nell’ambito della misura 4.7 del Por Campania 2000/2006. Si tratta di una delle azioni di promozione e marketing mirate alla promozione turistica in chiave sostenibile dei ventuno comuni del Borgo Terminio Cervialto, ad alta valenza naturalistica e paesaggistica, caratterizzato, con le DOCG Taurasi e Fiano di Avellino, dalla presenza di cantine e vigneti di rilevanza nazionale ed internazionale, simbolo del rinascimento delle produzioni vinicole del Sud Italia.

Il 7 dicembre verranno presentati i contributi scientifici, di ricerca e tecnici raccolti attraverso un call for paper, vero e proprio invito a presentare proposte e contributi, e selezionati da una giuria di elevato valore scientifico. S3.Studium, Slow Food Promozione, Plansud, in collaborazione con l’Università di Roma “La Sapienza” e l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, ricercano infatti progetti e idee nel campo della vinoterapia, del turismo del benessere e del vino che mettano in luce le tendenze, i casi studio, i risultati e i dati empirici. Studiosi nel campo della farmacia, medicina, cosmesi, biologia nonché sociologi, economisti e operatori nel campo culturale e turistico sono invitati a proporre contributi legati alla vinoterapia e al turismo del benessere e del vino.

L’evento consisterà in un workshop in cui si alterneranno momenti di relazione a tavole rotonde e discussioni in cui gruppi di specialisti di diversa estrazioni discuteranno degli scenari futuri della Vinoterapia. La volontà e il principio inspiratorio degli Stati Generali infatti è quello di proporsi quale vero e proprio “pensatoio” dove riflettere, discutere e presentare proposte inerenti la Vinoterapia, il turismo del benessere e del vino, in modo da rafforzare il legame tra turismo e vino, due elementi peculiari dello sviluppo del Borgo Terminio Cervialto trovando un connubio ideale nella Vinoterapia.

Il progetto è già stato presentato in due occasioni di particolare rilevanza. La prima è stata l’8 settembre a Ravello, in occasione della giornata conclusiva del Ravello Festival, il più antico festival italiano dopo il Maggio Musicale Fiorentino. Negli anni Trenta del secolo scorso, l’orchestra del Teatro di San Carlo vi si esibì un paio di volte, con programmi legati a Wagner. L’associazione del nome di Wagner a Ravello e Villa Rufolo fu troppo allettante per non suggerire l’idea di realizzare concerti in un sito benedetto dal grande compositore. Tanto che negli anni ’50 presero avvio i “Concerti wagneriani nel giardino di Klingsor” a Villa Rufolo con la soluzione logistica di un palco sospeso nel vuoto. Questi eventi, avviati in quegli anni e consolidatisi negli anni ’70, hanno contribuito a costruire l’identità di Ravello come “Città della Musica”.

L’importanza del Ravello Festival nel contesto italiano e campano ha suggerito all’ATI, che gestisce l’Azione di promozione della vinoterapia e del turismo del benessere e del vino, di organizzare la prima conferenza stampa proprio nella splendida cornice di Villa Rufolo. Il periodo propizio è stato individuato nel periodo di chiusura, in cui si concentra il massimo dell’attenzione di pubblico e stampa. La conferenza stampa è stata, quindi, programmata per l’8 settembre, inserendosi nel programma concertistico del Festival: il 7 settembre si è svolto il Recital del vincitore del concorso pianistico internazionale Ferruccio Busoni, edizione 2007; l’8 settembre si è svolto il concerto della UBS Verbier Festival Chamber Orchestra, diretta da Dimitry Sitkovetsky, con la partecipazione della pianista Gabriela Montero, su musiche di Beethoven e Mendelssohn. È utile ricordare che il Ravello Festival 2007 è stato splendidamente inaugurato il 29 giugno con un concerto dell’Orchestra del Teatro Regio di Parma, diretta dal Direttore spagnolo Inma Shara, con musiche di Berlioz, Čaikovskij, Prokof’ev.

All’interno di questo programma musicale di altissimo livello è stata così organizzata nei giardini di Villa Rufolo la Conferenza stampa di presentazione dell’Azione di promozione della vinoterapia e del turismo del benessere e del vino”, che si attuerà attraverso gli Stati Generali del 7 dicembre. Alla Conferenza sono intervenuti Domenico De Masi (Università degli Studi di Roma), Salvatore Farace (Università degli Studi di Salerno), Gaetano Pascale (Slow Food Campania) e Maria Grazia Volpe (Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Scienze dell’Alimentazione). Il secondo evento di presentazione degli Stati Generali si è tenuto il 21 settembre scorso a Bra (Cuneo), in occasione della giornata di apertura di Cheese 2007, il grande salone di Slow Food dedicato ai formaggi. Alla conferenza hanno partecipato Domenico De Masi (Università degli Studi di Roma), Salvatore Farace (Università degli Studi di Salerno), Silvio Barbero (Slow Food) e Alberto Castelvecchi (Castelvecchi Editore), e Nicola Di Iorio, presidente della Comunità Montana Terminio Cervialto, ente promotore dell’evento. Al termine della Conferenza si è svolta una degustazione di prodotti tipici dell’Irpinia gentilmente proposta dai produttori del Borgo Terminio Cervialto: Azienda agricola Antonio Caggiano di Taurasi, Caseificio Gambone Snc e Castagne Gigliola Perrotta di Montella.

“Si tratta – commenta Nicola Di Iorio, presidente della Comunità Montana Terminio Cervialto – di un evento importante soprattutto per la sua carica innovativa. Candidiamo l’Irpinia, ed in particolare il territorio della Terminio Cervialto, a diventare riferimento della vinoterapia, una disciplina sempre più in voga, soprattutto per la sua valenza scientifica ma anche per le possibili applicazioni nella cosmesi. In una parola in tutto quanto è benessere, il filo conduttore del nostro progetto integrato, soprattutto coniugato alle prospettive turistiche. Ci sembra una buona intuizione perché va ad individuare nuovi target e nuovi canali turistici. Un mix di ingredienti nel quale crediamo molto. Sappiamo che in questo modo potremo incuriosire e farci conoscere di fronte ad una platea di addetti ai lavori altamente specializzati”.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.