L’Oltrepò Pavese “in un bicchiere” si assaggia a Oltrevini. Dal 30 agosto al 4 settembre, il vino i

0

Il prossimo 30 agosto oltre 150 aziende rappresentate aspettano i visitatori all’inaugurazione di Oltrevini, la rassegna dei vini e degli spumanti dell’Oltrepò Pavese, giunta quest’anno alla sua 37^ edizione. Una quanto mai molteplice panoramica della eccellente  realtà enologica oltrepadana  che dimostra la vitalità di tutto il territorio e celebra il rapporto strettissimo tra vino e Oltrepò esibendo nel contempo le specificità di questo comprensorio e il suo affiatamento. “Amo l’Oltrepò” l’affermazione – slogan che ha accompagnato la fase promozionale della manifestazione ha trovato infatti la sua migliore dimostrazione nella partecipazione di una significativa rappresentanza della realtà produttiva che ha confermato la sua adesione: gli oltre 200 espositori (divisi tra aziende vitivinicole e produttori enogastronomici) attestano infatti la forza di un territorio – recentemente premiato con la Denominazione di Origine Controllata e Garantita – pronto a farsi finalmente apprezzare. Il taglio del nastro, previsto alle ore 20.00 inaugura un calendario ricco di appuntamenti significativi e di interesse strategico per i professionisti, gli appassionati e tutti coloro che sapranno cogliere le numerose sfumature di una vetrina di qualità e esperienze.

Oltrevini vi invita dunque ad una approfondita degustazione e ad una appassionante scoperta che comincia dall’originale percorso interno alla rassegna: il Padiglione Vini vi accoglie con il consueto stand del Consorzio affiancato dalle due cantine centenarie, Torrevilla e la Cantina di Casteggio, per accompagnarvi verso l’esposizione delle aziende agricole, dei Comuni  – porta bandiera dei produttori del loro territorio – delle Istituzioni e delle associazioni locali. A Oltrevini, “l’Oltrepò del vino” si assaggia presso gli stand delle cantine e si conosce attraverso 16 degustazioni organizzate dai produttori e dalle Associazioni AIS, ONAV, FISAR: un quadro articolato che spazia dagli Spumanti Metodo Classico, (in omaggio al sigillo DOCG), alla piacevole scoperta del Moscato; dalle diverse interpretazioni della Croatina, e quindi del Bonarda, alla nuova primavera del Barbera; dalla neonata Strada del Riesling ai vitigni autoctoni dell’Oltrepò Pavese; dal Buttafuoco storico alle numerose declinazioni del Rosso O.P  per terminare con una singolare carrellata sui vitigni “alieni” (Syrah, Nebbiolo, Merlot, etc.) e con un’interessante panoramica  sui giovani produttori emergenti, futuro dell’Oltrepò Pavese. Slow Food Condotta Oltrepò chiude il cerchio della botte con una originale degustazione dedicata al curioso abbinamento tra “Wine and Fitness”. Infine non mancheranno gli incontri tecnici, i convegni e i dibattiti intorno al mondo vitivinicolo così come l’abituale cartellone di eventi e intrattenimenti serali organizzati in collaborazione con la Proloco di Casteggio.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.