Zonazione, andamento stagionale, e previsioni vendemmiali nell’area DOC Piave.

0

Si avvicina il momento della vendemmia 2007, con uno straordinario anticipo dell’inizio delle operazioni di raccolta delle uve, stanti le anomalie climatiche dell’annata. Grazie ai dati raccolti attraverso il progetto Zonazione, il Consorzio Tutela Vini del Piave Doc propone a tutti gli operatori della filiera viticola-enologica dell’area Piave un eccezionale appuntamento dedicato tanto al progetto Zonazione, quanto alla difesa fitosanitaria e alla previsioni vendemmiali nell’area DOC Piave. Appuntamento fissato per martedì 24 luglio 2007, alle 20.45, presso la Cantina Sociale di Tezze, che sarà introdotto da Pierclaudio De Martin, Presidente del Consorzio Tutela Vini del Piave DOC e Alessandro Censori, responsabile degli studi economici di Veneto Agricoltura, seguiti da Diego Tomasi (Istituto Sperimentale per la Viticoltura di Conegliano), che illustrerà lo stato di avanzamento del progetto Zonazione e Fiorello Terzariol (CODITV di Treviso), che parlerà di difesa fitosanitaria e calamità naturali, nonché da Enrico Peterlungher (Università di Udine), che relazionerà sugli andamenti stagionali e la qualità dell’uva. L’incontro sarà moderato da Marina Grasso, direttore del periodico “I Vini della Piave”.

Quello di martedì 24 luglio sarà quindi un importantissimo momento per tutti gli operatori del settore vitivinicolo dell’area Piave DOC., che potranno così beneficiare dei primi dati raccolti grazie al progetto Zonazione e dell’attenzione degli esperti del settore enologico che questo ha portato sul territorio della DOC Piave. Operatori che in questo appuntamento avranno anche la possibilità di confrontarsi con gli attori principali del progetto stesso, per acquisire ulteriori informazioni e chiarimenti su questa importante ed innovativa iniziativa che riguarda molto da vicino non solo tutte le aziende, ma ogni vigneto che sorge nell’area Piave DOC, soprattutto per quanto riguarda il momento della vendemmia 2007. E’, infatti, in piena attività il progetto di Zonazione dell’area DOC Piave , ossia la più avanzata attività di  studio e di valorizzazione delle aree vitate, avviata dal  Consorzio Tutela Vini del Piave Doc con il sostegno della Regione del Veneto e coordinata da Veneto Agricoltura con il C.R.A-Istituto Sperimentale per la Viticoltura di Conegliano. Progetto che si prefigge di analizzare ed evidenziare le caratteristiche dell’ambiente produttivo DOC Piave fornendo quindi elementi di conoscenza a tutti i produttori e di riflesso ai consumatori.

Inoltre, attraverso lo studio dell’interazione tra vite e ambiente, si intende far emergere l’alta vocazione enologica delle differenti aree, valorizzandola e massimizzandola attraverso una mirata scelta dei sistemi di allevamento e dei materiali vegetali (varietà, cloni, portinnesti) da utilizzare.  Tutto ciò si inquadra  in un’importante strategia complessiva di qualificazione delle produzioni vitivinicole del Piave, i cui risultati faranno da supporto a specifiche azioni di marketing delle imprese che, attraverso una conoscenza più approfondita del territorio, saranno in grado di meglio valorizzare il prodotto.

Questi, in sintesi, gli interventi previsti dell’indagine:

Chiarire su solide basi scientifiche le potenzialità enologiche delle diverse aree, come stimolo ad una miglior qualificazione enologica:


  • Specializzare le diverse aree verso produzioni più congeniali ai caratteri ambientali.
  • Evidenziare ed indagare delle realtà produttive difendibili, uniche e di grande prestigio per l’area del Piave: il Raboso Piave, il Verduzzo trevigiano e il Manzoni bianco.
  • Dare una identità ai prodotti attraverso una viticoltura convincente in un territorio di prestigio.
  • Creare una solidarietà locale per un progetto collettivo di comunicazione.

Va infine ricordato che l’Area Piave D.O.C. comprende nella Provincia di Treviso: l’intero territorio dei comuni di Arcade, Breda di Piave, Casale sul Sile, Cessalto, Chiarano, Cimadolmo, Codognè, Fontanelle, Godega Sant’Urbano, Gorgo al Monticano, Mareno di Piave, Maserada sul Piave, Monastier, Oderzo, Ormelle, Ponte di Piave, Ponzano Veneto, Portobuffolé, Povegliano, Roncade, Salgareda, San Biagio di Callalta, San Fior, San Polo di Piave, Santa Lucia di Piave, Spresiano, Vazzola, Zenson di Piave e in parte dei territori dei comuni di Carbonera, Casier, Gaiarine, Mansuè, Mogliano Veneto, Orsago, Preganziol, Silea, Villorba, Colle Umberto, Conegliano, Cordignano, Giavera del Montello, Montebelluna, Motta di Livenza, Nervesa della Battaglia, Paese, San Vendemiano, Susegana, Trevignano, Vittorio Veneto, Volpago del Montello. Ma si estende anche nella Provincia di Venezia sull’intero territorio dei comuni di Fossalta di Piave, Marcon, Meolo, Noventa di Piave, Quarto d’Altino, San Donà di Piave e in parte del territorio dei comuni di Venezia, Ceggia, Eraclea, Jesolo, Musile di Piave, Torre di Mosto.

Consorzio Tutela Vini del Piave D.O.C.
Via Toniolo, 12 – 31100 TREVISO
Tel. 0422.591277 – Fax 0422.412625
consorzio.piave@tv.camcom.it

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.