Si apre il secondo atto di Vinòforum 2007.

0

Come in un grande spettacolo teatrale si chiude il 2 giugno il primo atto di Vinòforum, il villaggio dei vini del centro nord, e si apre dal 3 al 10 giugno quello del centro-sud. A Lungotevere Maresciallo Diaz, insieme alla musica, alla cultura e alla solidarietà, andranno in scena anche i vini delle Marche, dell’Umbria, del Lazio, dell’Abruzzo, della Campania, della Basilicata, della Puglia ma  anche della Sicilia e della Sardegna. A chiudere la settimana del centro-nord Italia ci sarà uno spettacolare concerto Blues  con i C.A.B. che propongono un repertorio di autori delle origini, brani classici del blues rurale fino ad arrivare al blues metropolitano il tutto eseguito con un  sound personale ed originale. Bricchio Frosi (armonica e voce), Bruno Marinucci (chitarra e voce), Pierpaolo Ranieri(basso acustico-elettrico),  Marco Rovinelli(batteria),  sono l’anima di un progetto acustico di blues, attivo da oltre 10 anni nei club, festival e teatri di tutta Europa con 2 dischi molto conosciuti quali “Fifty One”(2001) e “We and the devil”(1995).

Per l’apertura del villaggio centro-sud Vinòforum ha deciso di aderire al consueto evento  BiciRoma, in cui tutti gli amanti della bicicletta, romani e turisti, possono scoprire le bellezze della città, al riparo dalle macchine e dalle emissioni inquinanti in un percorso protetto. L’evento BiciRoma 2007, giunto alla terza edizione, è organizzato dall’associazioneBiciRoma – da anni attiva per la promozione della mobilità ciclabile nella capitale. L’arrivo dei partecipanti è previsto per le ore 12.00 a Vinòforum, il villaggio enogastronomico che si svolge ai giardini tra Lungotevere Maresciallo Diaz e Viale del Ministero degli Affari Esteri, ad un passo da Ponte Milvio fino al 10 giugno 2007 dove i ciclisti verranno accolti da un punto di ristoro per recuperare le forze e ripartire alla volta di Piazza del Popolo.

La seconda settimana sarà movimentata da eventi di rilievo come la cena della prestigiosa casa di Champagne Dom Pérignon “L’eccellenza nello stile” (a pagamento):  protagonista sarà Fabio Baldassarre chef-patron del ristorante “L’Altro Mastai” di Roma, fregiato dalla stella Michelin. Lo chef Baldassarre presenterà un menu di ricerca per esaltare l’abbinamento con lo champagne: gazpacho di fichi d’india con tartare di tonno, fegato grasso d’anatra con cocco e cipolle di Tropea, paccheri di Gragnano con melanzane e ricotta marzotica, involtino di quaglia ed erbe aromatiche e, per finire, semifreddo allo zenzero e ananas.

E non mancheranno nuovi e fantasiosi laboratori sensoriali organizzati in collaborazione con Athenaeum: in “Pasta e bollicine” a dispetto di quanti sostengono che le bollicine non si accompagnano ai pranzi, sarà dimostrato come la pasta  sia il più fantasioso e mirabolante esempio di “vettura” del gusto, capace di veicolare gli ingredienti più disparati e di esaltarne i caratteri, anche attraverso combinazioni non conformi all’ortodossia culinaria. In” Brividi Glosi” – Alla ricerca del gelato perduto – Alberto Manassei, titolare della storica Gelateria dei Gracchi, racconterà la sua esperienza e ci farà assaggiare quanto di meglio offra il mercato in materia di gelati al vino.

Da segnalare (6 giugno) anche l’incontro con gli ideatori del manifesto Triple A. La maggior parte dei vini attualmente prodotti nel mondo sono standardizzati, cioè ottenuti con tecniche agronomiche ed enologiche che mortificano l’ impronta del vitigno, l’incidenza del territorio e la personalità del produttore. Il manifesto dei produttori Triple A indica i criteri di selezione fondamentali. Secondo il manifesto di Triple A, per ottenere un grande vino, ad ogni produttore occorrono 3 doti basilari riassumibili nelle 3 A di: A come Agricoltori – soltanto chi coltiva direttamente il vigneto può instaurare un rapporto corretto tra uomo e vite, ed ottenere un’uva sana e matura esclusivamente con interventi agronomici naturali; A come Artigiani – occorrono metodi e capacità artigianali per attuare un processo produttivo viticolo ed enologico che non modifichi la struttura originaria dell’uva; A come Artisti – solamente la sensibilità artistica di un produttore, rispettoso del proprio lavoro e delle proprie idee, può dar vita ad un grande vino dove vengano esaltati i caratteri del territorio e del vitigno.

Anche in questa edizione non mancheranno i consueti appuntamenti e convegni in collaborazione con le Istituzioni, tra cui la Provincia di Roma e l’ARSIAL – Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio, nata per valorizzare attraverso i prodotti tipici locali enogastronomici ed agroalimentari la cultura e le tradizioni del Lazio. Inoltre non mancherà il consueto impegno rivolto al sociale con la partecipazione dell’ UNICEF con il progetto “Malawi” e della Fondazione Armonia e Salute ONLUS. Vinoforum 2007 è anche WINEEXPERIENCE: una fruizione sensoriale che avrà luogo in molteplici momenti culturali: le “experiences”, abbinate alla degustazione di vino e alla lettura di libri a tema, che saranno mescolate ma allo stesso tempo unite dal tema enologico.

Esse popoleranno il calendario dell’intera manifestazione attraverso esposizioni d’arte e design contemporaneo, esibizioni di tango argentino con la ballerina Marcela Azurkalo, concerti jazz ed intensi momenti accompagnati da estemporanee letture di poesie. E poi incantevoli danze con la coreografia di Valeria Mafera, la musica dei Simpatique, ritmo percussioni di Oscar Bonelli accompagnato dalla voce di Souad Massì. Inoltre, durante l’arco di tutta la manifestazione saranno esposte permanentemente le opere di pittura degli artisti di Radio10Arte (Wilmer Lalupù Flores, Jaquin Ramon, Wanda  e Romina Wainsten, Edoardo Schina), ed istallazioni dell’artista della digital art, Peppe Cumbo e le “Luci in Forme”, del designer Alberto Urbani.

Tutti i giorni  all’interno del villaggio, nell’area “Stand del Sigaro Toscano”  in collaborazione con “L’Antico Sigaro Toscano” si realizzano eventi a tema, quali: degustazioni e abbinamenti del sigaro con vino, distillati, acque, cioccolate, formaggi e salumi ecc,  unitamente ai racconti di un esperto sulla storia del sigaro, e la dimostrazione dell’arte di fare i sigari. E ancora, l’area dell’agenzia di rappresentanza “Le Vie del Buongusto” vi attende con una raffinata selezione di eccellenze dell’enogastronomia italiana ed internazionale. In uno spazio ad hoc si alternano oltre alle degustazioni anche presentazioni culinarie, confronti e dibattiti sul variegato mondo del vino. Infine, a Vinòforum 2007 puoi assaporare sfizi e delizie gastronomiche all’interno dell’ originale area “Cicchetteria”.

L’appuntamento per tutti gli appassionati del vino, e anche per chi ha semplicemente voglia di passare una serata in piacevole compagnia, è a Vinòforum 2007, fino al 10 giugno 2007 nei giardini tra Lungotevere Maresciallo Diaz e Viale del Ministero degli Affari Esteri, ad un passo da Ponte Milvio. Per maggiori informazioni http://www.vinoforum.it/.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.