Nuovo marchio per l’azienda di Angelo D’Uva.

0

L’azienda agricola D’Uva sceglie di compiere un restyling d’immagine che punta sul presente: da “Azienda Agricola D’Uva” diventa “Angelo D’Uva Vignaiuolo in Larino”. Il nuovo nome è accompagnato anche da un cambiamento di marchio che si fa più moderno, stilizzato e asciutto, dal sapore vagamente minimal, senza perdere un’impronta tradizionale, legata alla cornice che racchiude la dicitura “Angelo D’Uva Vignaiuolo in Larino”. La sede dell’azienda sorge a Larino, città d’arte romana e medievale, gioiello e simbolo della regione Molise, nel cuore dell’antica Frentania, alla confluenza di bracci minori di antichi tratturi, su dolci declivi che guardano verso il mare.

Qui a Larino arriva, negli anni ’40, il nonno di Angelo D’Uva, trasferitosi da Santa Croce del Sannio come mezzadro. Da allora la vocazione vitivinicola viene tramandata di padre in figlio, sino all’attuale terza generazione, mantenendo intatte alcune caratteristiche fondamentali che ne contraddistinguono ancora oggi le modalità lavorative: l’impegno e la passione per la terra e i suoi prodotti. Coniugando l’esperienza contadina e le moderne conoscenze e tecnologie enologiche, Angelo D’Uva sta accrescendo il valore e la qualità della produzione aziendale, reimpiantando i vigneti con sistemi di allevamento atti a selezionare e affinare la qualità delle uve.

Proprio questa operosità, legata al territorio e alla tradizione ma con un’attenzione speciale alla capacità di interpretare le tendenze di mercato, incontrando i gusti dei moderni consumatori, è stata la spinta che ha portato a questa operazione di restyling: Angelo D’Uva diventa un vero e proprio brand, proponendosi sul mercato come un modo di intendere il vino prima ancora che un’azienda vinicola, utilizzando lo stesso processo di denominazione che impiegano gli stilisti nel campo della moda.

Un’operazione necessaria che punta a riqualificare l’azienda grazie ad una nuova immagine cooordinata che si ritrova anche nelle scelte cromatiche e nelle forme delle nuove etichette: linee pulite, colori piacevolmente contrastanti, lettering accattivanti. Una ventata di freschezza senza dimenticare l’attenzione alla produzione di vini di qualità superiore, valorizzando come sempre il legame con il territorio, le specificità vitivinicole e le tradizioni storico-artistiche.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.