Vinitaly a Mumbai e New Delhi apre l’anno dedicato all’Italia in India.

0

Inizia dall’India il 2007 di Vinitaly. Il 15 e dal 17 al 19 gennaio prossimi i molti produttori vinicoli italiani export-oriented saranno a Mumbai e New Delhi insieme a Veronafiere, organizzatrice dell’evento in collaborazione con Buonitalia Spa (società del Ministero delle Politiche Agricole e Alimentari per la promozione all’estero). L’evento può essere considerato l’inaugurazione dell’anno dedicato all’Italia in India per la promozione del made in Italy. Il consumo di vino nel Paese è ancora esiguo, ma il trend di crescita è elevato e tra il 2004 e il 2005 è stato del 30%.

Un bel salto in avanti per un Paese che fino al 2001 non permetteva l’import di vini, se non attraverso canali diplomatici, e che a breve, con la richiesta avanzata dall’Ue al Wto per avviare consultazioni bilaterali, potrà avere un vero e proprio boom dei consumi grazie all’abbassamento dei dazi che oggi possono arrivare anche al 250%. Già ora, comunque, gli alberghi di lusso possono importare con esenzioni doganali e proprio due di questi, l’ITC Grand Maratha Sheraton Hotel & Towers di Mumbai e l’Hyatt Regency di New Delhi, fanno da cornice a Vinitaly India.

Le possibilità di export per l’Italia non si fermano al vino, ma coinvolgono anche il know-how produttivo e tecnologico, per i quali il nostro Paese è all’avanguardia nel  mondo. Per alcuni governi locali, infatti, la vitivinicoltura è un settore sui cui investire, come ad esempio nello Stato di Maharashatra, dove a 200 chilometri da Mumbai si trova quella che è considerata la Napa Valley indiana. Lo sviluppo del settore è testimoniato dalla presenza per la prima volta alla prossima edizione di Vinitaly (www.vinitaly.com), in programma dal 29 marzo al 2 aprile 2007, di produttori provenienti dall’India. 


Elenco aziende partecipanti a Vinitaly India: Abbazia Santa Anastasia, Alois Lageder, Antinori, Azienda Agricola Ciccio Zaccagnini, Azienda Agricola Livon, Barone Montalto, Bonfiglio, Brindo, Cà del Bosco, Cantine Giacomo Montresor, Carpene Malvolti, Castello di Monastero, Castello di Poppiano, Cavalchina di Piona Giulietto, Consorzio Fine Italian Wines, Cossetti, De Stefani – Azienda Agricola Santo Stefano, Donnafugata, Elena Walch, Fattoria Di Felsina, Fattoria Le Pupille, Feudi della Medusa, Gaja, Istituto del Vino Italiano di Qualità – Grandi Marchi, Jermann, Lungarotti, Marcato, Marchesi di Barolo, Marchesi de’Frescobaldi, Masi, Mastroberardino, Michele Chiarlo, Ornellaia, Pio Cesare, Planeta, San Patrignano Soc. Coop. Sociale, Sartori, Speri, St Michael Eppan, Tasca d’Almerita, Tenuta Coppadoro, Tenute Ambrogio e Giovanni Folonari, Umani Ronchi, Unione dei Vini Veneti (U.Vi.Ve), Villa Tonino, Zardetto Spumanti.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.