Si brinda con il Prosecco DOC Carpenè Malvolti, nella scuola di cucina italiana di Tokio.

0

Si brinda con il Prosecco DOC Carpene′ Malvolti nella scuola di cucina italiana ′′Kotokotopasta′ di Kawasaki (Tokyo): le ′allieve′ che imparano a fare le lasagne o gli gnocchi, ed i vari sughi, a conclusione delle lezioni, infatti, brindano con un bicchiere di Prosecco DOC di Conegliano e Valdobbiadene aggiungendo cosi′ una nuova conoscenza sulla enogastromia italiana in generale e sui vini in particolare. Un incontro destinato anche ad aumentare la diffusione del marchio Carpene′ Malvolti in Giappone dove la Casa di Conegliano Veneto (Tv), considerata la prima marca in termini di qualità e quantità con oltre 100 mila bottiglie, e′ presente da ben 15 anni, importata da FOOD LINER Ltd di Tokio, sia nella ristorazione che nei reparti food della grande distribuzione di qualita′, come i magazzini Isetan.

“E’un mercato molto dinamico per quanto riguarda i consumi, – afferma il Direttore Generale della Carpenè Malvolti, Antonio Motteran – appena rientrato da un viaggio in Giappone e in Cina a Shangai, ho riscontrato un forte interesse per i vini italiani e soprattutto per gli spumanti. Buone anche le prospettive di consumo per il prossimo Natale anche se il loro modo di festeggiare è ben diverso dal nostro. Sono molto positive tutte le iniziative che mettono in evidenza la gastronomia italiana di alta qualità trainante anche per i consumi di vino.  Inoltre – continua il Direttore Generale – ho notato che i consumi di vino spumante si stanno diffondendo anche tra i giovani. E’ un fatto nuovo per il Giappone è un’imitazione dei costumi occidentali, infatti spesso il tè del pomeriggio è sostituito da un bicchiere di vino. Shangai è il mercato più significativo, è il punto di sviluppo per l’occidentalizzazione della Cina”.

Tra Tokio e Shangai il Direttore Generale Carpenè Malvolti accomunato dall’export manager Lia Teo, hanno partecipato alla presentazione organizzata dall’Istituto Italiano Grandi Marchi, che ha suscitato grande interesse.”Esiste una forte curiosità soprattutto per il vino italiano di qualità e quelli  legati alla storia e alla tradizione delle antiche famiglie del vino. Shangai al momento – conclude il Direttore Generale,  è il mercato più significativo della Cina, è il punto di crescita più importante per i consumi che imitano lo stile di vita occidentale e le abitudini alimentari del vecchio continente che stanno riscuotendo sempre maggiori consensi.”

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.