Per la prima volta in Sicilia la Giornata Nazionale dell’Assaggiatore di vino. Premi per dieci cant

0

Un premio sarà assegnato a dieci cantine della provincia di Palermo che si sono distinte nel mondo. Sarà questo il momento principale della “Giornata nazionale dell’Assaggiatore di vino”, una manifestazione nazionale che per la prima volta si svolgerà in Sicilia. L’evento, organizzato dall’Onav (l’Organizzazione nazionale assaggiatori di vino), si terrà venerdì 24 e sabato 25 novembre all’Hotel Holiday In di Palermo. Sabato il clou della manifestazione con la premiazione delle dieci cantine palermitane alle quali verranno consegnate targhe ed attestati di riconoscimento dell’Onav. Previsto anche un progetto pilota ideato dall’enologo Gianni Giardina, vice presidente nazionale Onav e numero uno siciliano, denominato “I seminario sull’enografia italiana e siciliana in particolare”. Dieci relatori, provenienti da varie regioni, illustreranno tutte le zone vitivinicole d’Italia con i loro vitigni tipici e le caratteristiche organolettiche dei vini. In pratica, a Palermo, verrà tracciata una dettagliata mappa del vino italiano, regione per regione, con particolare cura alle differenze tra un vitigno e l’altro e alle particolarità delle diverse colture.

Si prevede la partecipazione di circa centocinquanta assaggiatori, provenienti da tutta Italia, tra i quali i massimi vertici dell’associazione e autorità del settore che degusteranno circa 50 campioni di vini tipici e particolari. Nel corso della manifestazione sarà data molta visibilità alla vitivinicoltura siciliana, con l’intervento di Gianni Giardina, il quale parlerà della zone Doc e Docg della regione e presenterà alcuni vini rappresentativi e prestigiosi della Sicilia. “Da poco faccio parte del consiglio nazionale dell’Onav – dice Giardina – ma ho voluto subito ricevere l’incarico di organizzare per la prima volta in Sicilia questa manifestazione. È una grande occasione per far conoscere meglio i nostri vini con particolare attenzione ai vitigni autoctoni”. Nel corso della manifestazione, inoltre, saranno illustrati i risultati del progetto dell’assessorato regionale Agricoltura e Foreste “Vitigni autoctoni e storici siciliani”.


Nella direzione di un sempre maggiore riconoscimento al settore vitivinicolo, punta anche l’assessore regionale all’Agricoltura, Giovanni La Via: “Il giusto riconoscimento alle qualità delle produzioni siciliane rappresenta uno sprone per gli imprenditori del comparto vitivinicolo a proiettarsi verso i mercati internazionali proponendosi con prodotti e processi commerciali innovativi che promuovano, al contempo, l’immagine della Sicilia nel mondo. L’assessorato Agricoltura e Foreste prosegue anche nella nuova programmazione la costante azione di sostegno e di miglioramento delle strutture produttive, puntando sull’ammodernamento, l’ampliamento e la riconversione degli impianti attraverso il relativo bando Ocm e sull’avviamento di un progetto strategico per la commercializzazione del vino”.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.