Il Consorzio per la tutela del Franciacorta a difesa dell’ambiente. Un no deciso a qualunque discar

0

La Franciacorta, il territorio in provincia di Brescia a forte vocazione vitivinicola, sta vivendo ore di grande tensione e ribellione alla minaccia di essere soffocato dalla costruzione di nuove discariche. Il Consorzio per la tutela del Franciacorta, sempre schierato contro questa operazione fortemente nociva per il territorio e per la sua economia a prevalenza agricola,  ribadisce con fermezza la sua posizione di netto rifiuto alle discariche. “Ci troviamo di fronte ad uno scenario inaccettabile – spiega il presidente Ezio Maiolini – con assurde richieste di realizzare numerose discariche in Franciacorta,  un territorio che l’Italia e non solo apprezza e ci invidia. La risposta unanime del nostro Consiglio d’amministrazione è un no secco, senza subordinate”.

Ancora una volta la dinamica struttura di Erbusco s’è fatta carico di comunicare agli amministratori locali, provinciali e regionali, alle forze politiche ed alle istituzioni, la propria posizione. “Invitiamo tutti – continua Maiolini – ad assumersi le rispettive responsabilità. Non è possibile, né accettabile danneggiare il grande e positivo lavoro svolto in questi decenni da cantine e viticoltori. Questa è una terra – chiude il Presidente del Consorzio – da difendere e tutelare”. Il Consorzio, è il caso di ricordare, ha stanziato delle consistenti risorse economiche per eventuali ricorsi legali nei confronti di quanti, realizzando discariche, penalizzerebbero la qualità ambientale e l’immagine della prestigiosa area vitivinicola. Il timore è anche quello di ricadute negative in termini occupazionali e di sviluppo di un settore in forte espansione.

E’ fondamentale bloccare questi assurdi progetti – sostiene Adriano Baffelli, direttore del Consorzio – e insieme impedire la realizzazione di cave, potenziali discariche del futuro. E’ necessaria poi una legge che tuteli davvero la Franciacorta”. Una voce autorevole, quella del Consorzio Franciacorta, che molti amministratori locali confidano sia ascoltata.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.