Calici di Stelle raddoppia. Il grande evento d’estate del Movimento Turismo del Vino Puglia quest’a

0

Cresce l’attesa per l’ottava edizione di Calici di stelle, l’evento d”estate del Movimento Turismo del Vino che quest’anno, dopo lo straordinario successo delle precedenti edizioni, si terrà in ben due località rappresentative del sud e del nord della Puglia: a Lecce il 6 agosto e a Trani il 10 agosto. Tradizionalmente legato al fascino della settimana di San Lorenzo, anche quest’anno Calici di stelle unirà la magia delle notti delle stelle cadenti al piacere della degustazione dei migliori vini delle cantine associate al Movimento Turismo del Vino Puglia ed oli extravergine d’oliva di Puglia delle aziende associate a Trattorie di Puglia. Suggestiva cornice dell’evento i centri storici che ospitano l’evento e i momenti di musica, danza e teatro che si svolgeranno nel corso della serata.

“Siamo molto felici di organizzare Calici di stelle in due località – ha dichiarato Vittoria Cisonno, Presidente del Movimento Turismo del Vino Puglia – anche se questo ovviamente significa che il nostro impegno dovrà essere ancora più grande. Avendo già organizzato l’evento sia a Lecce che a Trani, sappiamo che l’interesse per questo evento è grande, anche perché entrambe le città in agosto registrano un vero record di turisti e soprattutto perché esse rappresentano i due poli enologici più rappresentativi della regione: il Salento per i vitigni Negroamaro e Primitivo, il centro-nord della Puglia per il Nero di Troia”.

PROGRAMMA DELLE SERATE
Gli oltre 30.000 visitatori previsti in ciascuna serata, lungo l’itinerario incontreranno banchi d”assaggio presidiati da sommeliers dell’AIS Puglia  e suddivisi nelle aree più rappresentative della viticoltura pugliese: ‘Terre di Federico’ per tutte le cantine dalla Daunia a Castel del Monte, ‘Murgia Carsica e Valle d’Itria’, ‘Salento’. In entrambe le città, inoltre, un’ampia area sara riservata alla degustazione dell’olio extravergine d’oliva.

In corrispondenza dei principali punti di accesso delle due città, i visitatori saranno accolti da desk infopoint che, in ogni momento della serata, forniranno tutte le indicazioni utili sulla manifestazione. Qui sarà inoltre possibile acquistare, al costo di 10 euro, un kit contenente un calice in vetro serigrafato, una tasca porta bicchiere personalizzata con il logo della manifestazione e una confezione di taralli, così da degustare gratuitamente tutti i vini e gli oli accompagnandoli con i famosi prodotti da forno pugliesi.

All’inizio di ogni serata, il saluto delle istituzioni, la presentazione del programma e il ringraziamento ai partner segnerà il via ufficiale della serata, quando cioè si registra il maggior afflusso di visitatori e soprattutto la massima presenza dei mass media. Sarà il brindisi inaugurale che inviterà tutti i presenti ad iniziare il percorso e a scoprire le tante proposte previste.

Grande novità dell’edizione 2006, inoltre, la possibilità non solo di degustare i vini e gli oli delle aziende partecipanti, ma anche di acquistarli. Oltre ai desk riservati alle degustazioni, infatti, saranno allestite 3 spazi “enoteca” (per i vini) e uno spazio “elaioteca” (per gli oli) dove si potrà, magari dopo averli assaggiati, acquistare le bottiglie e portare a casa un “gustoso” souvenir della serata. Fra una degustazione e l’altra i visitatori incontreranno una serie di rappresentazioni teatrali, spettacoli di danza e musica secondo lo specifico programma previsto in ognuna delle città protagoniste.

LECCE 6 AGOSTO
Il programma si articola in tre momenti di danza, teatro e musica che si ripeteranno ciclicamente nel corso della serata. Nella corte di Palazzo dei Celestini le sinuose movenze delle danzatrici coperte di veli della compagnia di Mimmo Iannone avvolgeranno il dio Bacco, “nume tutelare dell’ebrezza e della perdita della ragione”. Sarà questo il filo conduttore dello spettacolo “Il Baccanale” a cura del Teatro dei Sassi: una suggestiva immersione nei riti dionisiaci a cui farà da contraltare la moderna enoteca ricostruita sull’ala opposta della corte, dove le coppe e gli antichi crateri saranno sostituiti da calici e bottiglie di vino Negroamaro. Sarà qui, infatti, che si terrà “Degustando il territorio”, i laboratori di degustazione guidata dedicati al vitigno simbolo del Salento che si svolgeranno nelle pause delle rappresentazioni teatrali. All’inizio della serata, inoltre, su questo palcoscenico si terrà la cerimonia di premiazione della prima edizione del Premio giornalistico Negroamaro istituito dalla Provincia di Lecce ed organizzato in collaborazione con il Movimento Turismo del Vino Puglia nell’ambito della rassegna culturale Festival Salento Negramaro.

Le irresistibili provocazioni dello spettacolo teatrale “Follie d’olio” della compagnia Teatro delle Gru troveranno invece il loro palcoscenico nei pressi di Porta Napoli, dato che piazza Arco di Trionfo sarà interamente riservata alla degustazione dell’olio extravergine d’oliva. Un gioco ironico e suggestivo che coinvolgerà direttamente il pubblico, attore-spettatore delle vicende di sette attori-pazienti di una clinica neuropsichiatrica, sofferenti di una rara patologia originata dall’incontro spesso traumatico con l’alimento olio.

Il terzo momento, nell’affascinante scenario di Palazzo dei Teatini, sarà quello dedicato alla musica lirica, con lo spettacolo “Le arie di Bacco” dell’Associazione L’Opera, i cui artisti proporranno celebri arie tratte dalle opere dei più grandi compositori di ogni tempo: da Mozart a Donizetti, da Verdi a Puccini.

TRANI 10 AGOSTO
A Trani sarà riconfermato, con alcune strategiche innovazioni, il format teatrale ideato intorno al tema “Trani e la storia dei Trani”, filo conduttore di uno studio da cui è emerso l’antico legame della città con il vino. Anche a Trani le scene della rappresentazione si ripeteranno più volte nel corso della serata, in modo che tutti i visitatori possano, in ogni momento, godere della magia del teatro e del vino. Riferimenti storici e tradizioni popolari confermano che la coltivazione della vite e la produzione di vino costituivano un elemento socio-economico fondamentale per la comunità tranese e per tutti i territori circostanti. A conferma delle grandi quantità di vino che dal porto della cittadina pugliese partivano verso il nord, ancora oggi in città come Milano o Merate ‘Trani’ è sinonimo di osteria, luogo in cui, intorno a un buon bicchiere di vino, un tempo gli operai si incontravano dopo il turno in fabbrica.

In alcuni dei siti più caratteristici del centro storico, la compagnia Teatro delle Gru riproporrà in forma spettacolare ed altamente suggestiva le principali fasi dell’antica arte del produrre vino: davanti alla maestosa Cattedrale sarà ricostruita una vigna, in piazza Cesare Battisti il palmento, in piazza Trieste la cantina. Culmine dell’evento sarà la partenza di una nave che rievocherà simbolicamente l’epoca in cui le cisterne migravano verso il nord, mentre i turisti, con i calici in alto, brinderanno al presente dei vini e degli oli pugliesi la cui qualità è finalmente riconosciuta ed apprezzata in ogni parte del mondo.

Calici di stelle è un evento reso possibile grazie al contributo dell’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia e, per l’evento di Trani, di: Provincia di Bari, Città di Trani e CCIIA di Bari; per l’evento di Lecce di: Provincia di Lecce, Città di Lecce e CIIAA di Lecce.

INFO dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.30: tel. 080 5231926/080 5233038; fax 080 5275510; puglia@movimentoturismovino.it; www.mtvpuglia.it.

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.